― Tutti ora percepiamo il concetto di "pulito" sia come valore, sia come atto concreto e quotidiano. Se ne parla a Forum PULIRE 2020, online il 13, 14 e 20, 21 ottobre 2020

Il cleaning è diventato in questi mesi essenziale per la nostra società, più di quanto già non lo fosse. La pandemia ha reso necessarie misure di igienizzazione e disinfezione, aspetto imprescindibile oggi per consentire comportamenti di socialità.

Tutti ora percepiamo ancora di più il concetto di “pulito” sia come valore, sia come atto concreto e quotidiano.

Il luogo deputato a parlare di ciò è Forum PULIRE 2020, quest’anno in versione digitale, che creerà 4 momenti dedicati al dialogo sul cleaning, esplorando questo mondo con ampissimo respiro.

L’appuntamento è:

online il 13, 14 e 20, 21 ottobre 2020

Giunto alla sua quinta edizione, l’evento non tradirà la sua natura, quella di parlare di pulizia come valore assoluto, ma lo farà in maniera innovativa: totalmente online.
Se da un lato i partecipanti dovranno rinunciare alla dimensione più fisica dell’incontro umano, l’evento digitale non esclude però la possibilità dello scambio interpersonale, anzi. Eliminando i limiti spaziali, sarà possibile confrontarsi con persone letteralmente da tutto il mondo, condividendo un’esperienza che si delinea ricca e ispirata.

I temi trattati a Forum PULIRE 2020

Le donne

Nel comparto dei servizi integrati il 72% dei lavoratori è donna. In questo stesso comparto il costo del lavoro incide per circa l’80% sul valore di produzione.
Bastano questi 2 semplici dati per comprendere quanto la donna si centrale in questo settore. Non si può parlare di cleaning senza parlare del lavoro femminile, delle esigenze delle lavoratrici, delle loro doti e della loro capacità di portare valore in questo comparto.

Accoglienza e Appartenenza

L’appartenenza è un bisogno fondamentale dell’essere umano, secondo solo ai bisogni fisiologici. L’accoglienza è occuparsi dell’altro, è civiltà, oltre ad essere un obbligo sancito dalla nostra Costituzione, dalla Convenzione di Ginevra del 1951 e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.
All’interno di questo ambito, il pulito è un mezzo tramite cui possiamo veicolare questi valori, rendendo un luogo accogliente, facendo sentire l’altro accolto e parte di una comunità.
Nei prossimi anni potremmo essere chiamati ad un impegno importante e difficile proprio sui temi dell’accoglienza e dovremo essere preparati per affrontarlo e governarlo con capacità e umanità.
Le sfide dell’accoglienza arrivano da più fronti. Ad esempio: la nostra società sta invecchiando e la conquista della longevità sta facendo affiorare esigenze nuove. Un domani molto vicino chiede di organizzare spazi e città a misura di anziano, dove persone non più giovani possano condurre la loro esistenza, sentendosi accolti e parte della comunità.
Dobbiamo superare il concetto di accoglienza come “gesto di benevolenza” e cogliere invece tutte quelle regole che possono aiutarci cogliere una grande opportunità di crescita ragionata e sostenibile.
Se non creeremo connessioni e relazioni non riusciremo mai a sentirci parte di un gruppo.

Felicità

Perché parlare di felicità ad un Forum dedicato al settore della pulizia? Perché la felicità è il fine ultimo della maggior parte delle attività che ogni giorno facciamo, comprese le pulizie!
Nella Dichiarazione di Indipendenza Americana il perseguimento della felicità è considerato uno dei diritti fondamentali della propria esistenza esattamente, come quello alla vita e alla libertà.
L’affermazione della felicità passa per tanti aspetti: genetica sociodemografia, condizioni economiche e culturali, religione e politica, contesto sociale e professionale.

Strategie Distributive e Nuovi Modelli di Leadership

Questo tema viene affrontato per parlare delle novità con cui tutti, compresi gli operatori del settore del pulito, sono chiamati a confrontarsi. La nostra epoca è caratterizzata dalla dinamica della “disruption”, cioè della rottura violenta e della discontinuità con il passato più recente.
Già la digitalizzazione e l’avvento delle nuove tecnologie ci avevano posto su questa strada, basti pensare alla rapidità con cui viaggia l’innovazione, con upgrade alle tecnologie sempre più ravvicinati.
La pandemia globale ci ha posto di fronte ad un nuovo elemento di profondo e repentino cambio delle nostre abitudini e necessità.
In questo “caos” siamo chiamati a pensare, a lavorare, a programmare a produrre servizi e ricchezza. Dobbiamo capire come farlo!

Progettare per il pulito nei luoghi dell’accoglienza: Ospedali, Alberghi, Ristoranti, Scuole

Lo sporco è spesso la conseguenza di un errore di progettazione: sintesi su consuetudini sbagliate, utilizzo improprio degli spazi, interventi sbagliati o inefficaci.
Ecco perché parlare di progettazione all’interno di un evento dedicato al cleaning.
Che si tratti di un ospedale o di un albergo, di una mensa scolastica o di una carrozza ferroviaria, è più semplice rendere e mantenere l’ambiente pulito, se progettato secondo criteri corretti. Si parlerà di situazioni sensibili, misurandone la gravità, stimandone le conseguenze, cercando di comprenderne le cause e progettarne le soluzioni.
Il vero progresso comincia con la consapevolezza di cosa significhi vivere degnamente.