― Riaprono gli uffici: consulta di seguito il PROTOCOLLO di BUONE PRASSI SANIFICAZIONE PER COVID-19 di Afidamp

In queste settimane gli uffici e le aziende torneranno a popolarsi di lavoratori, utenti e clienti.

Che si tratti di aziende chiuse per la pausa estiva, oppure di attività che non avevano ancora riaperto gli spazi aziendali dopo il lockdown, l’imperativo è uno solo: pulire, sanificare, igienizzare!

L’emergenza covid, con il suo strascico di timori ma anche di nuove prassi e normative, ha messo prepotentemente al centro la necessità di igienizzazione, rinnovando una decisa sensibilità del datore di lavoro verso la necessità di offrire ai dipendenti un luogo di lavoro salubre e salutare.

Ecco perché vi proponiamo di seguito una guida promossa da Afidamp, Associazione dei Fabbricanti e Distributori Italiani di Macchine, Prodotti e Attrezzi per la Pulizia Professionale e l’Igiene degli ambienti:

PROTOCOLLO di BUONE PRASSI SANIFICAZIONE PER COVID-19

Pulizia delle le superfici high touch

La prima raccomandazione è quella di ricordarsi, nella pulizia quotidiana, di pulire le superfici “high touch”, quelle maggiormente a contatto con le mani: maniglie, tastiere, interruttori, pulsanti, scrivanie…

Prima disinfettare poi pulire

Perché la disinfezione sia efficace, è bene che sia preceduta da una profonda detersione. L’alternativa al doppio passaggio è l’utilizzo di prodotti deter-disinfettanti che svolgono contemporaneamente entrambe le funzioni.

Ambienti da pulire

Pavimenti, pareti, finestre, vetrate, impianti in quota, porte esterne e interne, maniglie, arredi, caloriferi, interruttori, ripiani, lampade, lavagne, monitor, proiettori, telecomandi, zerbini, contenitori per rifiuti.

Distributori bevande, tendaggi, sedie, poltrone, divani.

Superfici verticali, griglie di areazione, ascensori, pulsantiera piani.

Sanitari (anche esternamente), spazzolone, interruttore azionamento scarico, porta carta igienica, dispenser carta, cestino rifiuti, eventuali armadietti del personale, panchine, appendiabiti, mensole e ripiani sospesi.

Esempio di procedura

  • asportare residui grossolani
  • detergere con apposito prodotto
  • risciacquare (se necessario)
  • disinfettare con apposito prodotto
  • risciacquare (se necessario)

In caso di pulizia pavimenti è possibile ricorrere a macchine lavapavimenti, il lavaggio con il supporto di queste macchine può infatti risultare più rapido oltre che efficiente.

Movimento a S

Per le operazioni di spolveratura e di lavaggio manuale del pavimento, la guida consiglia di procedere con un movimento a “S” molto stretta in modo da sovrapporre i passaggi.

Il detergente, il disinfettante o il deter-disinfettante deve essere versato nel panno/spazzola, non sulla superficie.

I panni devono essere sostituiti spesso e lavati in lavatrice a temperatura non inferiore a 60 gradi (se lavati a temperature inferiori utilizzare prodotti a base di perossido di idrogeno o di acido peracetico per tessuti in microfibra o con prodotti a base di ipoclorito per panni in cotone).

Durante la pulizia

  • osservare un ordine dall’alto al basso
  • utilizzare guanti monouso e lavare accuratamente le mani
  • arieggiare i locali durante le operazioni di pulizia

Consulta la guida completa:

PROTOCOLLO di BUONE PRASSI SANIFICAZIONE PER COVID-19

Teniamo intanto i nostri ambienti di lavoro puliti e igienizzati, in attesa di Forum PULIRE, l’appuntamento dell’anno dedicato al valore del cleaning nel quale è coinvolta anche Afidamp.