tasse
― La misura introdotta nel nuovo decreto ha l'obiettivo di incentivare l'occupazione nel Mezzogiorno e si aggiunge alle agevolazioni già in vigore

Uno sgravio del 30 per cento sui contratti di lavoro dal 30 ottobre 2020 per le imprese del Sud Italia. La nuova misura è stata inserita nel Decreto Agosto, approvato nei giorni scorsi in Consiglio dei Ministri. L’agevolazione ha l’obiettivo di incentivare l’occupazione attraverso le assunzioni con contratti a tempo indeterminato.

I dettagli per accedere alla decontribuzione saranno resi noti nei prossimi giorni. Intanto, è stato precisato che l’agevolazione non riguarda i versamenti Inail. Le risorse che saranno utilizzate per questo incentivo erano state inizialmente destinate ai ristoranti, in quello che si presentava come un bonus del 20 per cento ai clienti. Provvedimento che non è, però, mai passato.

La decontribuzione sui contratti di lavoro per le imprese del Mezzogiorno non si sovrappone alle agevolazioni già in atto e che riguardano i giovani. Tra queste, si ricorda che sono già in vigore:

  • Bonus Sud: incentivo al 100 per cento, fino a un massimo di 8.060 euro, per le assunzioni in Campania, Basilicata, Puglia, Sardegna, Molise, Sicilia, Calabria e Abruzzo (decreto legislativo 145 del 2018).
  • Giovani: sgravio del 50 per cento, fino a 3mila euro all’anno, per tre anni dall’assunzione giovani (articolo 1, comma 10 del decreto 160 del 2019).
  • Qualifiche del personale: esonero previdenziale per un anno, entro un limite di 8mila euro, per l’assunzione di personale altamente qualificato.