Le nuove normative sui requisiti di sicurezza e verifiche dei carrelli industriali
― Dal 2 luglio sono entrate in vigore alcune nuove regole relative ai requisiti sulla sicurezza dei carrelli elevatori e degli operatori in seguito a un aggiornamento della UNI EN ISO 3691

Sono entrate in vigore lo scorso 2 luglio nuove normative relative ai requisiti di sicurezza e verifiche dei carrelli industriali, in seguito ad alcuni aggiornamenti che riguardano la serie UNI EN ISO 3691.

La UNI EN ISO 3691 fornisce requisiti di sicurezza e i mezzi per la verifica dei seguenti tipi di carrelli industriali motorizzati:

  • carrelli industriali elevatori controbilanciati con forche a sbalzo;
  • carrelli con sollevatore retrattile o con piastra porta forche retrattile;
  • carrelli elevatori con forche fra i longheroni;
  • carrelli elevatori a forche ricoprenti;
  • carrelli elevatori a pianale ad alto sollevamento;
  • carrelli con posto di guida elevabile fino a 1 200 mm;
  • carrelli elevatori a presa unilaterale;
  • carrelli elevatori a presa bilaterale ed a presa frontale e laterale;
  • carrelli per pallet (transpallets);
  • carrelli elevatori bidirezionali e multi direzionali;
  • carrelli trattori con forza di traino fino a 20 000 N, compresi;
  • carrelli elevatori fuoristrada;
  • carrelli industriali alimentati a batteria, a gasolio, benzina o GPL (gas di petrolio liquefatto).

Gi aggiornamenti – Parte 1: Carrelli industriali motorizzati, esclusi quelli senza conducente, i telescopici e i trasportatori per carichi

Questa parte della UNI EN ISO 3691, aggiornata al 2020, fornisce requisiti di sicurezza e i mezzi per la verifica dei seguenti tipi di carrelli industriali motorizzati come definito nella UNI ISO 5053:

  • carrelli industriali elevatori controbilanciati con forche a sbalzo;
  • carrelli con sollevatore retrattile o con piastra porta forche retrattile;
  • carrelli elevatori con forche fra i longheroni;
  • carrelli elevatori a forche ricoprenti;
  • carrelli elevatori a pianale ad alto sollevamento;
  • carrelli con posto di guida elevabile fino a 1 200 mm;
  • carrelli elevatori a presa unilaterale;
  • carrelli elevatori a presa bilaterale ed a presa frontale e laterale;
  • carrelli per pallet (transpallets);
  • carrelli elevatori bidirezionali e multi direzionali;
  • carrelli trattori con forza di traino fino a 20 000 N, compresi;
  • carrelli elevatori fuoristrada;
  • carrelli industriali alimentati a batteria, a gasolio, benzina o GPL (gas di petrolio liquefatto).

Scarica qui gli aggiornamenti

Gli aggiornamenti – Parte 4: Carrelli industriali senza guidatore a bordo

I requisiti di sicurezza e gli strumenti per la loro verifica per i carrelli industriali senza guidatore sono specificati nella parte 4 della normativa, anche questa aggiornata al 2020.

Scarica qui gli aggiornamenti

Gli aggiornamenti – Parte 5: Carrello elevatore con operatore a piedi

La norma, aggiornata al 2020, fornisce requisiti di sicurezza e i mezzi per la loro verifica per i seguenti tipi di carrelli elevatori con operatore a piedi, attrezzati con dispositivi di carico manuale per normali dotazioni industriali, per esempio bracci a forche e piattaforme, o attrezzature integrate per applicazioni particolari:

  • carrello elevatore con operatore a piedi con forche tra i longheroni;
  • carrello elevatore impilatore con forche tra i longheroni;
  • carrelli industriali con capacità non maggiori di 1 000 kg con batteria manuale o elettrica per il sollevamento;
  • carrelli per pallet a bassa elevazione, con altezze di sollevamento non maggiori di 300 mm o capacità di carico fino a 2 300 kg;
  • carrelli elevatori a pantografo con altezza di sollevamento maggiore di 1 000 mm o capacità di carico fino a 1 000 kg con batteria manuale o elettrica per il sollevamento.

Scarica qui gli aggiornamenti