Delfin commerciale ci parla della fase 3, il ritorno all’operatività dopo l’emergenza sanitaria, tra tante novità e una grinta rinnovata

Delfin Commerciale opera da oltre 30 anni nel settore della pulizia industriale, servendo l’intero territorio nazionale.

Dispone di un ampio magazzino fornito di macchine e prodotti come aspiratori industriali, spazzatrici e lavapavimenti, tutto in pronta consegna.

Con il covid è cambiata la gestione di diversi processi. L’Azienda ha prediletto prodotti diversi da prima, sempre presenti nel suo catalogo, come soluzioni di punta, più adatti al periodo. I commerciali, in collaborazione con il comparto marketing, hanno introdotto nuovi canali per comunicare con fornitori e clienti.

Ciò che non è cambiato (anzi forse si è rafforzato) è l’entusiasmo di essere sempre presenti sul mercato per i propri clienti.

Ce ne ha parlato Daniele Siclari, Commercial Executive presso Delfin Commerciale.

Daniele Siclari, Commercial Executive presso Delfin Commerciale

Ecco cosa ci ha raccontato.

Quel è l’elemento più problematico di questo momento?

La diminuzione del lavoro e quindi del fatturato.
Penso però che i problemi non appartengano al futuro, ma al presente, e nascano per essere risolti.
Ciò significa che questo è il momento di rimboccarsi le maniche e modellare la nostra struttura di vendita, per continuare a fornire ai nostri clienti i servizi e la qualità che si aspettano da noi.
Stiamo attraversando un periodo storico che sarà ricordato negli annali per il suo impatto sulla nostra vita, non solo lavorativa. Penso però che abbiamo l’obbligo morale di continuare a portare avanti i nostri progetti, sia nel privato che sul lavoro.

Cosa invece sta andando bene?

Il nostro morale! Siamo carichi perché vediamo che i progetti di reintegrazione sul mercato stanno andando bene, che le nuove strategie di vendita funzionano e che tutto lo staff sta reagendo con la carica giusta. Tutto ciò ci rende orgogliosi e ci spinge a migliorarci costantemente tutti i giorni.

L’operatività è tornata come prima? Cosa è cambiato?

Il termine NI è concesso?
L’operatività vera e propria non è tornata e non saprei dire quando tornerà. Sono diversi i processi che gestiamo in maniera diversa da prima.

Il fatto che i ragazzi delle consegne non possano più entrare all’interno degli stabilimenti, implica una gestione dell’attività diversa da parte nostra. Dobbiamo dedicare più tempo a questa fase e riorganizzarci per non perdere la velocità di esecuzione del lavoro che ci caratterizza ed è uno dei nostri punti di forza.

Anche il post vendita è cambiato. È molto diverso spiegare il funzionamento e i vantaggi di una macchina dal vivo oppure al telefono.

Però, insieme all’ufficio marketing, ci siamo inventati  una strategia per aggirare il problema: abbiamo realizzato dei video dimostrativi. Ai nostri clienti consegniamo (su chiavetta o tramite le piattaforme digitali che tutti usiamo) il video fatto direttamente da noi che racconta la macchina che hanno acquistato o noleggiato.

Insomma sfruttiamo i vantaggi dell’era tecnologica, siamo una specie di DELFINCOMMERCIALE 4.0.

Di che cosa hanno bisogno oggi le Aziende?

Oggi le aziende hanno bisogno di uno staff che lavori con passione e determinazione. Lavoro a stretto contatto con tutti i componenti della squadra, sono loro la reale forza, sono loro che tendono la mano per dare più vigore a tutta la struttura. Penso che le aziende, oggi, debbano puntare sulla forza lavoro, motivando le persone con entusiasmo e dinamicità. La vera forza di un’azienda è il suo personale.

C’è chi sta affrontando questo periodo come una corsa per recuperare ciò che è andato perso nelle settimane (mesi per qualcuno) di lockdown, chi invece si interroga sulla necessità di pensare scenari e modelli nuovi.
Qual è l’approccio della vostra azienda?

Inutile negarlo: ci siamo interrogati anche noi su cosa stava cambiando e su cosa avremmo dovuto studiare per cavalcare questo mare in tempesta… che oggi sembra calmarsi lentamente.
Abbiamo lasciato temporaneamente il nostro prodotto di punta (l’aspiratore industriale) per focalizzarci su altre proposte, sempre centrali nel nostro catalogo, ma che incontrassero maggiormente le esigenze del momento.
Abbiamo quindi posto maggiore tempo e dedizione a macchine come i generatori di vapore, mettendo questo tipo di prodotto, la nostra esperienza e il nostro know how  al servizio dei clienti, con risposte tempestive.

Sappiamo che la conta dei danni dipende molto dalla velocità con cui si riuscirà a ripartire. Le ipotesi migliori dicono che, con una ripartenza rapida potremmo vedere una lieve ripresa anche verso fine anno, per le più negative dovremmo attendere il 2021 se non addirittura il 2022. Cosa ne pensa? È ottimista o pessimista? La tecnologia può avere un ruolo nel velocizzare la ripresa?

Come detto prima, è difficile definire oggi quando tutto riprenderà.

Per quanto riguarda la tecnologia e i nuovi sistemi di business, non penso abbiano acquisito un ruolo nuovo,  li considero già integrati a pieno regime nell’operatività, anche la vecchia guardia si sta interfacciando con queste novità. Ciò che prima era facile oggi è difficile, ciò che era difficile oggi è difficilissimo… e tutti sappiamo che, per rimanere nel mercato, dobbiamo prendere la strada del difficilissimo che, giorno per giorno, diventerà sempre meno difficile. Abbiamo bisogno di pazienza ma anche di continuare a dare un servizio al nostro cliente. Dobbiamo lavorare per rimanere punto di riferimento per le aziende che ci hanno scelti come fornitore.

Cosa significa essere un imprenditore oggi, in questa situazione così inedita? Pensa che questa figura abbia assunto nuove responsabilità?

L’Imprenditore era ieri, l’imprenditore è oggi… come tale deve comportarsi. Deve divertirsi nel proprio lavoro.

Penso che “coesione” sia la parola chiave di questo periodo. Rappresenta l’unione che fa la forza, il confronto che fornisce risposte. Penso che sia proprio sulla coesione che dobbiamo puntare: coesione tra fornitori, tra clienti, tra competitor.

Delfin Commerciale

Via Enrico De Nicola, 7/bis
10036 – Settimo Torininese (TO)
P.iva IT08090130017
Email: [email protected]
Telefono: 011 732916
Fax: 011 4551540