― Il webinar del prossimo 23 luglio lanciato da Linde varca i limiti geografici, segnando un'inversione strategica per il marchio. È il momento di ripartire, con le soluzioni innovative del 4.0, ma per farlo è necessaria una guida in grado di trasferire il suo know how

È il momento di ammodernarsi, di adeguare ogni soluzione, di pensare all’inversione strategica che consente alle aziende di ripartire dopo un periodo che non ha offerto grandi chances al tessuto imprenditoriale del Paese.

Con questo spirito Linde ha scelto di lanciare il suo primo webinar “Intralogistica Intelligente: come le nuove tecnologie migliorano i processi”, interamente dedicato alla formazione tecnica del cliente, che intende facilitare la gestione dei flussi logistici e tutti i processi di movimentazione interni alla sua azienda.

Oggi, diventa sempre più impellente la necessità di ottimizzare i flussi interni agli stabilimenti. Anche nella logistica, le nuove tecnologie dalla Realtà Aumentata all’IoT, dai Big Data al Cloud, stanno modificando totalmente il settore.

Flotte più numerose, ordini frammentati e consumatori ogni giorno più esigenti hanno reso l’intero indotto alla costante ricerca di efficientare i processi, semplificandoli.
Il mercato odierno offre tante soluzioni in grado di incentivare la ripresa e di offrire un vantaggio competitivo. Linde traccia, con questo webinar, una direzione molto chiara, mettendo al centro dell’incontro del 23 luglio – e di quelli che verranno -, l’utente che oggi ha bisogno di reperire le informazioni utili alla ripartenza e di scoprire le modalità con cui metterle in pratica.

100 anni di know how e tante soluzioni per innovare fanno di Linde l’interlocutore ideale con cui ripensare alle normali dinamiche lavorative e ridisegnare i processi che consentiranno alle aziende di risollevarsi.

Nell’epoca post Coronavirus, emerge il desiderio di parlare direttamente a tutte aziende che cercano di risollevare le sorti del proprio business, visualizzando insieme le tante soluzioni che consentono di superare le difficoltà del momento.

In quest’ottica, il Credito d’imposta costituisce un forte incentivo ad avviare questo processo di cambiamento. L’agevolazione, diversa a seconda della tipologia dei beni oggetto dell’investimento, è infatti una formula che oggi permette alle aziende di compiere quella trasformazione tecnologica e digitale sulla scorta del modello Industria 4.0.
La misura prevede la possibilità di investire in beni materiali con un credito fino al 40% del costo, per investimenti fino a 2,5 milioni di euro; per beni immateriali connessi a investimenti in beni materiali Industria 4.0, il credito d’imposta è invece pari al 15% nel limite massimo di 700 mila euro di costi ammissibili.

In un momento di ricostruzione, accedere a questi benefici può sostenere la transizione al nuovo. E, avere a disposizione il giusto know how consentirà, secondo Linde, di ottenere il miglior vantaggio competitivo sul mercato e di fare la differenza.

L’incontro virtuale con Riccardo Gioja, Intralogistics Manager di Linde Material Handling Italia è previsto per il prossimo 23 luglio alle ore 16.30.

Per partecipare all’evento basta compilare il form dedicato disponibile sul sito Linde:

VAI AL FORM DI ISCRIZIONE