Bando Macchinari Innovativi
― Il Mise ha definito termini e modalità di presentazione delle domande per il bando Macchinari Innovativi, una misura che agevola gli investimenti nella trasformazione tecnologica, digitale e dell'economia circolare

Il nuovo bando Macchinari Innovativi sostiene gli investimenti innovativi che mediante la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa, grazie alle tecnologie del piano Impresa 4.0, siano in grado di innalzare i livelli di efficienza delle aziende, nello svolgimento della propria attività economica. Un passaggio che sarà reso possibile dall’acquisto di macchinari, attrezzature e impianti funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, tra cui anche i programmi informatici e le licenze all’utilizzo di essi.

Gli investimenti

I programmi di investimento devono prevedere spese che non siano inferiori ai 400 mila euro e non superiori ai 3 milioni di euro ed essere realizzati nelle regioni di: Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia.
L’agevolazione che viene erogata da Invitalia è concessa sotto forma di contributo in conto impianti e in finanziamento agevolato per un importo pari al 75% delle spese ammissibili.
La percentuale viene poi divisa a seconda della dimensione dell’azienda richiedente in questa misura:

  • imprese micro e di piccola dimensione: contributo conto impianti pari al 35% e finanziamento agevolato pari al 40%;
  • imprese di media dimensione: contributo impianti pari al 25% e finanziamento agevolato pari al 50%.

Le spese dovranno essere quindi:

  • relative a immobilizzazioni materiali e immateriali, nuove di fabbrica acquistate da terzi;
  • riferite a beni ammortizzabili e capitalizzati che figurano nell’attivo patrimoniale dell’impresa mantenendo le loro funzionalità per almeno 3 anni dall’erogazione del saldo dell’agevolazione;
  • riferite a beni utilizzati nell’unità produttiva richiedente l’investimento;
  • pagate in maniera tracciabile;
  • conformi alla normativa CE (rispetto alla normativa dei programmi cofinanziati da fondi strutturali 2014/2020;
  • ultimate non oltre il dodicesimo mese dalla concessione dell’agevolazione (possibile proroga non superiore a 6 mesi).

Attività ammesse e beneficiari

Per beneficiare delle misure messe a bando, le PMI dovranno rispettare alcuni requisiti, tra cui:

  • essere iscritte al Registro delle imprese, non essere in liquidazione nè sottoposte a procedure concorsuali;
  • essere in regime di contabilità ordinaria (almeno due bilanci approvati e depositati al Registro e nel caso di persone fisiche almeno due dichiarazioni dei redditi);
  • essere in regola con le normative vigenti in materia di urbanistica ed edilizia, tutela ambientale e obblighi contributivi, oltre che sicurezza sul lavoro;
  • non aver ricevuto aiuti considerati illegali o giudicati incompatibili dalla Commissione europea;
  • non risultano essere imprese in difficoltà.

Le attività ammesse sono quelle ricadenti nel settore manifatturiero ma sono escluse quelle annesse ai settori: siderurgia, costruzione navale, estrazione del carbone, fabbricazione fibre sintetiche, produzione e distribuzione di energia e relative infrastrutture. Tra i codici ATECO delle imprese ammesse a bando, figurano anche le attività di magazzinaggio e di supporto ai trasporti, con esclusione dei mezzi di trasporto e relative infrastrutture.

Come presentare la domanda

La compilazione sarà possibile attraverso procedura informatica dalle ore 10 del 23 luglio, mentre l’inoltro sarà effettuabile solo a partire dal 30 luglio 2020.
Per accedere alla procedura è necessario avere una PEC attiva e l’istruttoria delle domande terrà conto dell’ordine cronologico di presentazione.

Può essere presentata una sola domanda da ogni azienda e ai fini dell’accesso alla procedura le imprese non residenti su territorio italiano, le imprese amministrate da enti o persone giuridiche, dovranno inviare una specifica richiesta di accreditamento via PEC all’indirizzo: nuovobando.macchinarinnovativi@pec.mise.gov.it corredata dei documenti utili all’identificazione dell’azienda.