― L'iniziativa di alcune concessionarie autostradali per premiare le aziende che utilizzano mezzi a minore impatto ambientale

Uno sconto del 30 per cento sui pedaggi autostradali per i veicoli full electric e camion Gnl sulla A35 Brebemi e A58 Teem. E’ la novità introdotta nei giorni scorsi dalle concessionarie autostradali, un’iniziativa che punta a premiare che utilizza mezzi a minore impatto ambientale e che è stata accolta con soddisfazione da parte di Anita (Associazione nazionale imprese trasporti automobilistici).

Lo sconto sulle tariffe in altri Paesi, in particolare del nord Europa, viene già applicato da tempo. In Germania, ad esempio, sono esonerati dal pagamento dei pedaggi i camion alimentati a gas naturale e proprio di recente le istituzioni locali hanno annunciato di voler proseguire su questa strada almeno per altri tre anni.

“Giusto riconoscimento per le imprese di trasporti e logistica”

“Mi fa piacere apprendere che A35 Brebemi e A58 TEEM abbiano adottato questa iniziativa anche nell’ottica di dare impulso al territorio più colpito dell’emergenza sanitaria connessa al Covid-19 – dice Thomas Baumgartner, presidente di Anita -. Fin dallo scoppio della pandemia in Italia, abbiamo chiesto al Governo di intervenire per rendere possibile, per le imprese di autotrasporto merci, l’esonero del pagamento dei pedaggi autostradali da marzo a maggio. Sarebbe una misura di grande utilità e di giusto riconoscimento per le imprese di settore che, hanno garantito al Paese l’approvvigionamento di forniture essenziali per la collettività, in primis prodotti alimentari e sanitari”. Aziende del settore trasporti, logistica, ma anche molte altre che hanno continuato a rimanere operative nonostante le difficoltà causate dall’emergenza sanitaria e dalle relative chiusure.

Secondo Anita, l’Italia deve prendere esempio dalle scelte che la Germania adotta per il suo Green Deal. “Nove miliardi di euro sono stati appena stanziati dal Governo tedesco per attuare una strategia nazionale sull’idrogeno – concludono da Anita -, puntando sulla diffusione di tale combustibile alternativo anche nel trasporto pesante“.