Andrea Sogliaghi, Short Term Rental Manager STILL Italia
Andrea Sogliaghi, Short Term Rental Manager STILL Italia
― La Fase 3 è segnata dalla ripresa delle attività produttive ed in un momento di grande incertezza, Still scende in campo puntando su questa soluzione per venire incontro alle difficoltà delle aziende

Le aziende italiane sono alle prese con la Fase 3.

Quasi tutte le attività produttive sono ripartite o si apprestano a farlo ma l’emergenza Covid-19 ha lasciato segni profondi: molti imprenditori guardano con incertezza al futuro e sono restii a fare investimenti di lungo termine.
Proprio per andare incontro a questa nuova domanda, Still ha lanciato una speciale promozione che prevede uno sconto del 20% sui nuovi contratti di noleggio a breve termine.

L’offerta è valida per tutte le richieste inoltrate online fino al 31 luglio 2020 e si applica su tutta la flotta a noleggio breve. Di questa iniziativa e di molto altro abbiamo parlato con Andrea Sogliaghi, che ha maturato una lunga esperienza nell’ambito del noleggio e che a inizio anno è entrato in Still Italia, assumendo la carica di Short Term Rental Manager.

Perché avete attivato una promozione sui nuovi contratti di noleggio breve?

Lo scenario economico e industriale è stato scosso dall’emergenza Covid-19, ci siamo chiesti come potevamo stare a fianco dei clienti in un momento così complesso. Abbiamo pensato che fosse importante sostenere le aziende che avevano programmato investimenti e ora non hanno le risorse per farli, ma anche quelle che vogliono ripartire e non hanno la disponibilità finanziaria o le certezze necessarie per impegnarsi in un contratto di noleggio pluriennale. Così è nata la promozione sul noleggio a breve termine, un’offerta che consente di godere a costi contenuti di tutti i vantaggi delle migliori tecnologie Still, beneficiando inoltre della massima flessibilità. Fattore, questo, molto importante in un contesto in continua evoluzione.

Avete previsto qualche accorgimento particolare in questo periodo di emergenza sanitaria?

Certamente. Oltre ai rigorosi controlli di sicurezza ed agli interventi di manutenzione che normalmente effettuiamo sui carrelli all’inizio ed al termine di ogni noleggio, abbiamo attivato uno speciale processo di pulizia e sanificazione dei mezzi. Il trattamento, applicato su tutti i carrelli prima della consegna al cliente, comprende la pulizia delle parti di contatto tra il carrello e l’operatore (comandi, sedile e cintura, maniglie, pannelli e protezioni), la pulizia delle parti di normale contatto tra il carrello e le merci (forche o razze) e l’igienizzazione dell’intera struttura del carrello, inclusa la cabina operatore, tramite nebulizzazione fine di un prodotto sanificante con capacità battericida, funghicida e virucida.

Come si è evoluta nel tempo la domanda di noleggio breve?

Molti anni fa i clienti erano scettici nei confronti del noleggio, e in particolare del noleggio breve. Lo Short Time Rental era una formula molto poco nota e utilizzata quasi esclusivamente da piccole aziende che dovevano far fronte a esigenze improvvise.

Negli ultimi anni tutto è cambiato e la domanda di noleggio breve è in costante crescita. Sempre più aziende si affidano a questa formula per gestire la stagionalità dei loro cicli produttivi: pensiamo all’agricoltura ma anche ai settori di eventi e trasporti o a periodi di lavoro particolarmente intensi nel mondo dell’industria. Non solo, commesse che in passato avevano una durata di 3 o 5 anni, spesso oggi hanno orizzonti temporali di soli 12 mesi o anche meno. I nostri clienti preferiscono di conseguenza scegliere una formula dal costo sicuro e dalla durata predeterminata, piuttosto che impegnarsi a lungo termine come avveniva in passato.

Diciamo che in generale i clienti hanno compreso gli enormi vantaggi che il noleggio breve offre in termini di flessibilità e certezza dei costi, e sempre più spesso ricorrono a questa formula. Non dimentichiamo, poi, che il noleggio consente di non immobilizzare il capitale, disponendo così delle risorse da impiegare in altri investimenti strategici per la propria attività. Ovviamente tutto dipende dalle esigenze dei clienti. Nel nostro lavoro non esiste la migliore soluzione in assoluto, si tratta di scegliere la soluzione più adatta alle specifiche necessità del cliente.

Come vi siete strutturati per rispondere a questa crescente domanda?

In realtà la nostra forza è quella di anticipare le tendenze di mercato, per questa ragione già da molti anni il Gruppo si è strutturato per rispondere efficacemente e tempestivamente a qualsiasi richiesta e può oggi contare su una flotta europea disponibile per il noleggio breve composta da oltre 32.000 carrelli, 5.000 dei quali dislocati in Italia.

Una flotta dall’età media molto bassa, che offre quindi ampie garanzie sia in termini di continuità di servizio che di aggiornamento tecnologico. La vera forza del gruppo sta però nell’aver creato un network realmente integrato a livello europeo, in questo modo – qualora non fosse già presente sul nostro territorio – un carrello richiesto ad una nostra filiale può essere rapidamente reperito nelle numerose Still europee e consegnato al cliente in tempi molto brevi.

Grazie a questa offerta senza eguali nel mercato, sia per ampiezza che per profondità di gamma, Still può soddisfare qualunque esigenza, accontentando anche i clienti che necessitano di molti mezzi o di carrelli con configurazioni o caratteristiche speciali, come gli antideflagranti o le unità per le celle frigorifere.

Non solo, per offrire noleggio in maniera strutturale devi essere strutturato. Per questa ragione in ogni filiale Still sono presenti tecnici che si occupano di STR e che sono incaricati di controllare meticolosamente tutti i mezzi che escono per il noleggio o che ritornano al termine del contratto. In aggiunta disponiamo in tutta Italia di tecnici esterni che si recano dal cliente con officine mobili per manutenzione e riparazioni.

Quali ripercussioni ha avuto la crisi sulla formula del noleggio a breve termine

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, durante il lockdown non abbiamo registrato una flessione del noleggio a breve termine. Anzi, alcune realtà operative nel farmaceutico, nella logistica, nella grande distribuzione e nel food hanno incrementato il ricorso a questa formula. Ora che il Paese è entrato nella Fase 3, vogliamo essere al fianco delle imprese – e in particolare alle aziende più in difficoltà – con una nuova offerta che permetta a tutti di cogliere l’occasione di ripartire, recuperando rapidamente il terreno perduto.