― Consigli per tenere la postazione di lavoro pulita, possibilmente anche igienizzata e disinfettata. Le pratiche di igienizzazione, insieme all’uso della mascherina, sono l’arma che tutti abbiamo a disposizione per superare la prova e uscire vincenti da questa sfida

Che si tratti di un angolo in salotto in caso di smartworking, o della scrivania in ufficio, in questo periodo si avverte ancora più forte l’esigenza di tenere la postazione di lavoro pulita, possibilmente anche igienizzata e disinfettata.

Se c’è una cosa che ci sta lasciando l’esperienza del coronavirus, è proprio una grande attenzione alle norme igieniche, diventate in molti casi condizioni essenziali per accedere agli spazi, aprire le aziende, compire le normali azioni quotidiane che ci vedono entrare in contatto non altre persone.

La prova del nove la stiamo vivendo proprio ora, nella famosa fase 2, quella durante la quale siamo chiamati a riprendere la nostra routine ma in maniera diversa, convivendo con il virus senza agevolarne la diffusione. Le pratiche di igienizzazione, insieme all’uso della mascherina, sono proprio l’arma che tutti abbiamo a disposizione per superare la prova e uscire vincenti da questa sfida.

Visto che molta parte della nostra giornata ci vede impegnati sul lavoro, o comunque nell’utilizzo dei nostri dispositivi elettronici, di seguito qualche consiglio per tenere puliti pc e smartphone.

Pulire il monitor del pc

Attenzione a panni e prodotti che possono danneggiare lo schermo. Banditi carta e cotone, armatevi di panni in microfibra.
Come detergente è possibile usare un detergente neutro oppure preparane uno fai da te a base di acqua distillata e aceto bianco o dell’alcool isopropilico. Da evitare ammoniaca e detergenti a base di forti solventi.

Pulire il mouse

Sicuramente nella top 10 degli oggetti che più spesso teniamo in mano c’è il mouse.
Anche se in questo periodo le nostre mani dovrebbero essere sempre ben igienizzate o se non altro guantate, è bene dare una passata anche al mouse.
Anche in questo caso va bene il panno in microfibra. Visto che il mousse ha tante fessure si potrebbero utilizzare anche i bastoncini con il cotone, attenzione però che potrebbero rimanere pelucchi residui.
Come detergente si può utilizzare il mix di aceto e acqua distillata, oppure dell’alcool isopropilico.
In caso di segni e macchie, per il mouse è possibile utilizzare anche la “gomma magica”, quella che si usa anche sui muri o sulle scarpe.
Se il nostro mouse è “vecchio stile” possiamo smontarlo e, rimuovendo la pallina, pulire anche quella. Se invece è ottico si può tranquillamente passare il panno anche sul sensore, anzi meglio, se pulito il cursore sarà più reattivo.

Pulire la tastiera

Per la tastiera si può ricorrere all’aria compressa, al phon (impostato su aria fredda!) o a un pennellino per recuperare la polvere e lo sporco che vanno a depositarsi nelle fessure tra i tasti.
Una volta eliminato lo sporco visibile, si può passare sempre il panno in microfibra con il mix di aceto e acqua distillata o alcool isopropilico.

Pulire lo smartphone

Anche per il telefono è bene utilizzare un panno in microfibra morbido (vanno bene quelli che si utilizzano per gli occhiali ad esempio).
È bene non applicare il detergente direttamente sul dispositivo (potrebbe creare umidità vicino alle aperture) ma inumidire il panno. Il detergente da utilizzare può essere acqua distillata oppure un disinfettante come un acido ipocloroso oppure prodotti a base di alcol.
Passare il panno delicatamente, senza troppa pressione ed evitando sfregamenti, sia sullo schermo che sulla parte posteriore.
Per lo smartphone meglio evitare l’aria compressa.

Altri accorgimenti

Attenzione ai prodotti chimici troppo aggressivi (ammoniaca, acetone, certi tipi di alcol…) che, oltre ad essere nocivi da respirare, possono danneggiare i dispositivi e rovinare le componenti in plastica e gli schermi, specie quelli con l’anti-riflesso.
I graffi si possono facilmente eliminare semplicemente con del dentifricio, la sua leggera funzione abrasiva (la stessa che esercita sullo smalto dei denti) sarà sufficiente a rimuovere piccoli graffi.

Chiaramente, prima di pulire qualunque dispositivo, assicuratevi che sia spento e scollegato dalla corrente.