Come presentare domanda all'Inps per ricevere il bonus partita Iva
― Le linee guida dell'Inps per accedere all'indennità. Le procedure telematiche saranno disponibili entro la fine di marzo

Sono quasi pronte le procedure telematiche per presentare domanda per ottenere il bonus di 600 euro previsto dal decreto Cura Italia per le partite Iva. L’Inps sta provvedendo ad attivare i servizi all’interno del suo sito internet e, nel frattempo, ha indicato in maniera sintetica quali saranno le prestazioni previste e come ottenerle.

Indennità liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi

A questa indennità possono accedere:

  • Liberi professionisti con partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020, compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici con attività di lavoro autonomo di cui all’articolo 53, comma 1, del T.U.I.R., iscritti alla gestione separata dell’Inps.
  • Collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo alla data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla gestione separata dell’Inps.

I lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria.

Indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria

A questa indennità possono accedere i lavoratori iscritti alle seguenti gestioni:

  • Artigiani
  • Commercianti
  • Coltivatori diretti, coloni e mezzadri

I lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria ad esclusione della gestione separata Inps.

Indennità lavoratori stagionali dei settori turismo e stabilimenti termali

A questa indennità possono accedere i lavoratori dipendenti stagionali che abbiano cessato il rapporto di lavoro tra il primo gennaio 2019 e il 17 marzo 2020. I lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono essere titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

Indennità lavoratori agricoli

A questa indennità possono accedere gli operai agricoli a tempo determinato e le altre categorie di lavoratori iscritti negli elenchi annuali purché possano far valere nell’anno 2019 almeno 50 giornate di effettivo lavoro agricolo dipendente e che non siano titolari di pensione.

Indennità lavoratori dello spettacolo

A questa indennità possono accedere i lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo con i seguenti requisiti:

  • Almeno 30 contributi giornalieri versati nel 2019 al Fondo pensioni dello spettacolo
  • Che abbiano prodotto nel 2019 un reddito non superiore a 50mila euro
  • I lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto né di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

Professionisti iscritti a ordini professionali

Il ministero dell’Economia e delle Finanze e quello del Lavoro hanno precisato che tra le categorie che hanno diritto al bonus ci sono anche i professionisti iscritti agli ordini professionali. Nello specifico, sono stati introdotti “lavoratori autonomi e professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria” che inizialmente erano stati esclusi. Tra i lavoratori che rientrano in coloro che hanno diritto al bonus ci sono gli agenti di commercio. L’indennità sarà destinata:

  • A Chi ha percepito un reddito fino a 35mila euro nell’anno di imposta 2018 e abbia subìto delle limitazioni lavorative a causa del Coronavirus
  • A Chi abbia percepito un reddito tra i 35 e i 50mila euro e abbia cessato, sospeso o ridotto la sua attività almeno del 33 per cento nei primi tre mesi del 2020

L’indennità, che dovrà essere richiesta alla propria cassa, è destinata a chi ha avuto un reddito fino a 35mila euro nell’anno di imposta 2018 e abbia subito limitazioni lavorative a causa dell’emergenza Covid 19 oppure, se nello stesso anno di imposta si è collocato nello scaglione tra 35 e 50mila euro, abbia cessato, ridotto o sospeso l’attività autonoma o libero-professionale di almeno il 33% nei primi 3 mesi del 2020.

Come fare domanda

I potenziali destinatari delle indennità dovranno presentare la domanda in via telematica all’Inps, utilizzando i canali messi a disposizione nel sito internet inps.it. Si potranno presentare le domande entro la fine del mese di marzo, una volta che saranno attive le procedure.