― Simone Benedetti, AD Tecnomarca Carrelli elevatori, ci parla di come sta affrontando l’emergenza coronavirus

È uno sconvolgimento a cui non ci si può opporre quello che sta coinvolgendo le imprese in questo momento di pandemia. Stiamo chiedendo ai nostri Partner d’Eccellenza come lo stanno affrontando, sia dal punto di vista lavorativo che umano.
Simone Benedetti, AD Tecnomarca, ha prontamente riorganizzato la sua azienda (non senza difficoltà) per dare continuità al servizio, nei limiti del possibile. Sta anche già pensando alla strategia da adottare alla fine dell’emergenza, una strategia che ha, come obiettivo, contribuire alla ripartenza di tutto il settore.
Uno strumento utile in questo momento di difficoltà? La rete e le nuove tecnologie digitali.

Vediamo di seguito che cosa ci ha raccontato.

Come state vivendo questo momento?

È un momento sicuramente difficile perché è la prima volta che tutti noi affrontiamo una pandemia a livello globale. Però non ci scoraggiamo e cerchiamo di farci forza, continuando a lavorare e a dare il nostro servizio ai nostri clienti cercando di adottare tutte le misure di protezione che possiamo adottare. Il nostro staff è consapevole di questo enorme problema, ma ha reagito in modo positivo cercando di venirci incontro e contribuendo a lavorare “mantenendo la distanza di sicurezza”.

Quali accorgimenti state adottando, o avete in programma di adottare?

Gli accorgimenti che abbiamo da subito adottato sono stati quelli di diffondere a tutti i le linee guida sui comportamenti necessari per non diffondere il virus: mantenere le distanze, non darsi la mano, quando necessario utilizzare le mascherine e gli occhiali protettivi, se impossibilitati a lavarsi, utilizzare i gel a base di alcol per disinfettare le mani, utilizzare sempre i guanti idonei al tipo di lavoro da svolgere.
Per evitare i contatti abbiamo sospeso le verifiche periodiche programmate presso i nostri clienti e gli appuntamenti commerciali; questi ultimi li abbiamo gestiti a distanza con chiamate, videochiamate e mail.
Ai nostri principali fornitori abbiamo chiesto di evitare le visite presso la nostra sede e incentivato le comunicazioni via telefono o mail.
Per la tutela di tutti i lavoratori abbiamo deciso di sospendere anche i corsi per carrellisti che venivano regolarmente svolti presso la nostra azienda.
Ad alcuni dei nostri impiegati abbiamo dato la possibilità di lavorare da casa in smart working anche se con grosse difficoltà per la mancanza della parte documentale necessaria per svolgere tali funzioni che generalmente è custodita in azienda.

Quale sarà, secondo voi, l’ambito della vostra attività che rischia di essere maggiormente penalizzato?

Purtroppo tutte.

  • Il noleggio a breve termine perché le aziende che dovevano spedire o ricevere merci o macchinari sono ferme in attesa degli sblocchi;
  • l’assistenza perché molte aziende hanno deciso di chiudere gli stabilimenti o di ridurre al massimo la movimentazione delle merci;
  • le vendite e i noleggi lunghi perché, in questa situazione, gli investimenti sono pressoché fermi per paura di conseguenze a livello economico nel lungo periodo.

Avete già pensato a quali STRATEGIE adottare per ripartire? Cosa vi aspettate, anche se è difficile ipotizzarlo, dal post emergenza?

Penso punteremo sull’usato e sul noleggio.
Probabilmente gli imprenditori, durante la prossima ripresa, preferiranno fare piccoli investimenti, quindi la nostra strategia, una volta che questa pandemia sarà sconfitta, sarà probabilmente quelle di riorganizzare gli spazi commerciali e quelli adibiti all’officina e alla carrozzeria per poter preparare il maggior numero di macchine usate che abbiamo a disposizione. Preparare il maggior numero di carrelli nella flotta del noleggio a breve termine, completando la nostra gamma con le macchine elettriche di grossa portata da 6 a 16 ton, investire il più possibile nei social, nei motori di ricerca e acquisire quote di mercato fuori dalla nostra confort zone.

Qual è (se c’è) l’abitudine a cui avete dovuto rinunciare in questo periodo che più vi manca?

Le abitudini a cui abbiamo dovuto rinunciare sono tante: la stretta di mano con le persone che incontri, l’aperitivo serale in azienda con tutti i nostri collaboratori, la possibilità di aggregazione per un incontro, un meeting o una fiera del settore, l’incontro per un breve saluto con un caro cliente, ma soprattutto la libertà di poter cercare o trovare una persona nuova con la quale stringere una futura collaborazione di lavoro o anche per una sola amicizia.

Avete scoperto invece, in tutta questa situazione, delle buone pratiche che continuerete a mantenere anche ad emergenza finita?

La cosa positiva che invece ho colto in questa situazione è che “tutti siamo utili, ma nessuno è strettamente indispensabile” e che il mondo e la società di oggi, indipendentemente da quello che fai e come lo fai, possono sempre scombinarti i piani e distruggere in un attimo quello che hai creato in una vita! Questa condizione di vita, anche se non sono ancora arrivato ad un pensiero completamente maturo, mi ha fatto capire che dobbiamo impegnarci al massimo, ma con la consapevolezza che la vita va vissuta, va ponderata e che ogni tanto “farci restare a casa” con le persone a cui vogliamo bene, ci rende consapevoli che stiamo ancora respirando e vivendo una vita piena.

La piattaforma tuttocarrellielevatori.it è uno strumento molto valido per continuare ad avere un rapporto proficuo con il mercato, soprattutto in questo momento nel quale i rapporti umani dal vivo sono ridotti ai minimi termini. La state sfruttando? Come?

Siamo stati forse tra i primi a credere nella piattaforma tuttocarrellielevatori.it perché crediamo che l’unione fra persone che fanno lo stesso lavoro e la forza dei professionisti che gestiscono queste piattaforme, possano portarti in questo mondo virtuale a distanza, oggi più che mai fondamentale per continuare a farti vedere agli altri. Oggi stiamo cercando di sfruttare questa piattaforma aggiornando tutte le macchine e le attrezzature che abbiamo disponibili nella nostra flotta degli usati e delle macchine disponibili nei noleggi, rendendoci disponibili e visibili da molto lontano.

Consulta la scheda di Tecnomarca con info e contatti.