“Passivo ma… Positivo” con queste due parole apparentemente contraddittorie può essere sintetizzata la case history frutto della collaborazione vincente tra quattro brand Stan Robinson, Bostik, Toyota, Miretti per la fornitura di una flotta di carrelli antideflagranti protetti con Sistema di Protezione Passivo. Di seguito sono delineati gli step più determinanti di questa collaborazione che si è rivelata un progetto di successo per il mercato inglese della movimentazione.

Dal 2012 Stan Robinson Ltd (azienda di trasporti con sede a Stafford – UK) gestisce un magazzino di 12.500 mezzi spedendo oltre 5.000 ordini al mese per conto di Bostik UK, uno dei brand più noti per quanto riguarda adesivi e sigillanti.

Il sito movimenta un numero veramente alto di merce e impiega oltre 60 dipendenti. È stato toccato dalla normativa COMAH (Control of Major Accident Hazards), regolamentazione che in UK impone alle aziende di adottare tutte le misure necessarie per prevenire incidenti rilevanti a causa della presenza di sostante dannose. Il COMAH ha segnalato la necessità di applicare nel magazzino di Stan Robinson misure di prevenzione proprio per la natura di alcuni dei prodotti fabbricati e venduti da Bostik fra cui aerosol, gas e speciali colle adesive.

Ci si trova, pertanto, nella necessità di utilizzare per la movimentazione del materiale apparecchiature classificate ATEX tra cui carrelli retrattili, LLOP, transpallet elettrici.

Quando si è deciso di sostituire le macchine Toyota standard con una flotta di carrelli Atex, è stata fatta una valutazione ad ampio raggio cercando il sistema di sicurezza ATEX che unisse due plus strategici in questo campo: affidabilità della trasformazione antideflagrante e competitività a livello di prezzo. Alla valutazione sul partner idoneo che potesse garantire un servizio specifico e tecnicamente affidabile nel campo Atex si è aggiunta un’analisi sul fattore economico. Anche i tempi di consegna effettiva dei carrelli Atex, dalla conferma di ordine, hanno rappresentato un fattore chiave per la decisione presa.

Dopo aver messo sul tavolo di trattativa molte considerazioni – fra cui esperienza tecnica e specifica, servizio post vendita e costo dei ricambi – la Toyota, fornitore preferenziale di Bostik per tutto il mercato europeo, ha deciso di affidarsi per la sua flotta di macchine al Sistema Passivo Miretti utilizzato per le trasformazioni in Zone Atex senza la necessità di aggiungere il rilevatore gas, sicuramente più costoso e più complesso da gestire dal punto di vista ergonomico.

Il Sistema Passivo consente di avere una macchina sicura per Zone Atex risparmiando sui costi di gestione rispetto al sistema attivo che, invece, prevede in aggiunta il montaggio del sistema di rilevazione gas. Il Sistema Passivo, infatti, non rende necessaria la presenza di bombole di gas o la sostituzione dei sensori di rilevamento.

Con la rimozione delle bombole di gas Miretti è stata in grado di ridurre anche l’impatto ambientale di queste macchine, altro tema su cui l’azienda è da anni molto attenta grazie al dipartimento interno dedicato proprio ai sistemi di abbattimento fumi.

Per ulteriori informazioni sul Sistema Atex Passivo e su quali componenti del carrello vengono toccati da questa protezione leggi:

ATEX Zona 2 | Categoria 3G
Trasformazione Ex Passiva senza rilevazione di gas

I numeri attestano la collaborazione di successo fra queste aziende e la positività del sistema antideflagrante impiegato: 4 carrelli retrattili RRE 200, 8 commissionatori OSE a basso livello, 1 LWE200, 1 LPE200 e 1 CBE 8FBET18. Tutte queste macchine sono state fornite al cliente con il sistema Miretti Antideflagrante Passivo.

Dopo dodici mesi di utilizzo è stata intrapresa una revisione dettagliata per monitorare se i benefici attesi si fossero materializzati. La risposta positiva su tutti i fronti ha dimostrato che la scelta è stata vincente.

“Siamo molto felici di affermare che gli obiettivi sono stati tutti raggiunti – dichiara Mark Owen, responsabile della logistica di Stan Robinson – Non abbiamo avuto tempi di inattività e il sistema si è dimostrato del tutto affidabile. Quando un pulsante di arresto di emergenza è stato danneggiato, è stato sostituito entro 24 ore”.

In questo settore l’affidabilità viene dimostrata anche dalla capacità di supportare il cliente anche nella ricambistica Atex. Il lavoro della Miretti, infatti, non consiste solo nel fornire al cliente un carrello antideflagrante ma anche nel garantire al cliente quella tranquillità derivante dalla sicurezza di essere seguito – in caso di necessità – anche durante tutto il ciclo di vita della macchina. E questo è possibile grazie al nostro servizio di assistenza e di after sales per le parti di ricambio disponibile in tutto il mondo.

“La Direttiva Atex, che detta le regole nel mondo dell’antideflagrante, riguarda la protezione dei macchinari semoventi. I mercati del Regno Unito e dell’Irlanda stanno abbracciando e comprendendo sempre più il potenziale e l’affidabilità del Sistema Atex Passivo” – dichiara Enrico Colombo, direttore commerciale della Miretti UK Ltd., che ha accompagnato passo a passo il progetto in tutta la sua evoluzione.

Il risultato immediato della piena e reciproca soddisfazione è rappresentato da un nuovo ordine arrivato a Miretti per la sostituzione di altri 2 carrelli Toyota con macchine ATEX che dovrebbero essere consegnati entro la fine dell’anno.
La collaborazione continua…

Per maggiori informazioni: www.miretti.com