― Sta partendo, all'Università Politecnica delle Marche, in primo Master universitario in logistica umanitaria

Si chiama Humanitarian Logistics, logistica umanitaria, è un master realizzato in collaborazione con importanti organizzazioni umanitarie, dura un anno e consta in: 240 ore frontali, 5 moduli tematici e una settimana di simulazione pratica di una emergenza, webinar, esercitazioni pratiche e un tirocinio finale di 300 ore.

L’idea di un master in logistica umanitaria nasce dalla consapevolezza che, specie in situazioni di emergenza, la tempestività negli interventi può fare la differenza tra vita e morte, può salvare persone e scongiurare tragedie.
Per raggiungere la tempestività e la precisione degli interventi, la buona volontà tipica delle persone coinvolte nelle missioni, non basta. Servono preparazione, consapevolezza, conoscenza, padronanza di competenze tecniche per l’utilizzo degli strumenti di ultima generazione.
Il percorso didattico realizzato è volto alla formazione dei futuri professionisti della logistica umanitaria

Il programma si compone di 5 moduli. Entriamo nel dettaglio.

MODULO 1 – PREPARAZIONE DELL’INTERVENTO

1.1 – TEAM BUILDING

La prima parte del modulo è dedicata al lavoro di squadra. Gli studenti lavoreranno su fiducia, capacità comunicative interpersonali e interculturali e responsabilità, aiuto reciproco, leadership, gestione dei conflitti e su come costruire la fiducia con i diversi membri del team.

1.2 – COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO INTERNAZIONALE

La seconda parte del modulo fornisce una panoramica del sistema di aiuti umanitari e della cooperazione internazionale. Approfondimenti sulle realtà operative, sulle attuali zone calde di intervento.

1.3 – GESTIONE DEL CICLO DI PROGETTO

L’obiettivo di questo modulo è quello di coprire i principi di base e i metodi avanzati per la gestione di progetti complessi. Gli studenti impareranno come elaborare una proposta di progetto che rispetti l’uguaglianza di genere e i diritti dei gruppi vulnerabili, redigere un bilancio logistico, condurre una valutazione del rischio, valutare un progetto, scrivere un rapporto rispondendo alle richieste dei donatori.

MODULO 2 – LOGISTICA UMANITARIA – INTRODUZIONE GENERALE

2.1 – LOGISTICA UMANITARIA – INTRODUZIONE GENERALE

L’unità introduce le fasi dell’aiuto umanitario, le capacità e le basi logistiche, le relazioni e il supporto e l’organigramma logistico.

2.2 – LOGISTICA UMANITARIA – SUPPLY CHAIN DEGLI AIUTI UMANITARI

Alla fine del modulo, gli studenti saranno in grado di attivare in modo efficiente ed efficace la catena di approvvigionamento dell’aiuto umanitario.
Gli obiettivi sono sviluppare concetti e quadri logistici di base per il processo decisionale nella catena di approvvigionamento umanitario; fornire le conoscenze e le competenze di base necessarie per creare, mantenere e gestire un magazzino e le operazioni di inventario, rispettando le normative nazionali e internazionali per lo stoccaggio degli aiuti umanitari.
Lo studente acquisirà familiarità la pianificazione, la gestione, il monitoraggio di un piano di approvvigionamento di beni e servizi.

2.3 – LOGISTICA UMANITARIA – GESTIONE E TRASPORTO DELLA FLOTTA

Lo scopo di questa unità è quello di esaminare la funzione di gestione della flotta, i suoi sistemi e procedure, i requisiti di sicurezza e legislativi. Include la selezione di veicoli e attrezzature, le procedure necessarie per istituire, gestire e monitorare una flotta di veicoli.

2.4 – LOGISTICA UMANITARIA – GESTIONE DELL’ENERGIA

Lo scopo del modulo è quello di sviluppare abilità e competenze per garantire l’accesso all’energia in aree remote; mantenere dispositivi energetici (generatori, pannelli solari, inverter, ecc.); gestire l’approvvigionamento di carburante e lo stock di carburante; mantenere sistemi elettrici; per sostituire e anticipare le esigenze delle attrezzature.

2.5 – LOGISTICA UMANITARIA – GESTIONE E COMUNICAZIONE DELLA RADIO

Con questa unità, gli studenti acquisiranno familiarità con i principali strumenti di comunicazione utilizzati nel sistema umanitario (Radio VHF, HF, microtelefoni, satelliti, ecc.).

MODULO 3 – LOGISTICA UMANITARIA – AREE TEMATICHE

3.1 – SALUTE

Gli studenti acquisiranno i principi della logistica del settore sanitario. Svilupperanno il necessario know how per pianificare e gestire la catena di approvvigionamento nel settore sanitario, nel rispetto delle normative internazionali e nazionali.

3.2 – WASH (Water Sanitation and Hygiene)

Gli studenti acquisiranno le conoscenze e le competenze di base necessarie per gestire tutte le operazioni logistiche nel settore WASH. Impareranno come applicare le principali tecnologie per l’approvvigionamento idrico, l’installazione e la manutenzione dei servizi igienici e la gestione dei rifiuti.

3.3 – SHELTER, INSERTI TEMPORANEI E CAMPEGGI

Gli studenti impareranno e acquisiranno familiarità con i principali tipi di rifugi e insediamenti temporanei.

3.4 – VALUTAZIONE DEI BISOGNI

Il modulo è progettato per fornire una panoramica dei processi e degli strumenti di valutazione delle esigenze umanitarie, il modo in cui la popolazione è interessata e come devono essere forniti i servizi logistici. I risultati delle valutazioni logistiche sono fondamentali per consentire il processo decisionale, la pianificazione e l’organizzazione appropriati per un’efficace risposta alle catastrofi.

MODULO 4 – SOFT SKILLS

4.1 – SICUREZZA

Il modulo mira a sviluppare le capacità personali e professionali al fine di migliorare il livello di sicurezza della logistica, degli operatori, dei beneficiari delle operazioni umanitarie.

4.2 – CORSO DI PRIMO SOCCORSO

I partecipanti saranno in grado di fornire un pronto soccorso, offrendo assistenza medica di base, in base al loro ruolo e ai limiti di intervento.

4.3 – EFFICACIA PERSONALE E SVILUPPO PERSONALE

I partecipanti svilupperanno capacità personali e professionali, come le capacità interpersonali e di comunicazione, necessarie a un logista nelle operazioni umanitarie, una figura trasversale: coordinare e comunicare all’interno di un team di diversi professionisti (gestione delle risorse umane), comunicare con i media, i beneficiari e i donatori, gestire efficacemente l’orario di lavoro, bilanciandolo con il tempo libero, riconoscere e gestire le condizioni di stress, come applicare attività rilassanti (come lo yoga in caso di emergenza).

MODULO 5 – ATTIVITÀ COMPLEMENTARI

5.1 – SIMULAZIONE SUL CAMPO

Per 5 giorni gli studenti si troveranno immersi in uno scenario di disastro e metteranno in pratica le abilità e le competenze acquisite durante il Master.

5.2- E-LEARNING

Le lezioni saranno integrate da attività di e-learning interattive, coinvolgenti e coinvolgenti.

5.3 – PROJECT WORK

Il Project Work sarà sviluppato sotto la guida e il monitoraggio di un tutor personale; consentirà agli studenti di acquisire conoscenze e abilità lavorando per un lungo periodo di tempo per indagare e rispondere a problemi o sfide reali, coinvolgenti e complessi.

[Fonte info e foto: www.humanitarianlogisticsmaster.com]