― Investire su luoghi e ambienti di lavoro più sicuri, migliorando la qualità della vita all'interno delle imprese italiane. Quali i progetti finanziabili e le linee di investimento?

Investire nella salute e nella sicurezza sul lavoro. L’edizione 2019 del Bando Isi lanciato dall’Inail prevede proprio la possibilità di accedere a contributi per la realizzazione di progetti che migliorino le condizioni di lavoro di tante imprese italiane.
L’avviso pubblico finanzia infatti gli interventi che puntano in questa direzione, incentivando, inoltre, le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative, utili all’abbattimento delle emissioni inquinanti, della rumorosità, all’ottimizzazione della sostenibilità globali.

Progetti d’investimento

I destinatari dei finanziamento sono quindi tutte le imprese, incluse le ditte individuali iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura più gli enti del terzo settore (Asse2).
Vediamo insieme quali sono i progetti ammessi a finanziamento e relativo Asse:

  • Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli -Asse di finanziamento 5.

Assi di finanziamento

Le risorse finanziarie che l’Inail mette a disposizione dei progetti vengono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi. Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA come riportato dall’Istituto:

Assi 1 (sub Assi 1.1 e 1.2), 2, 3 e 4 nella misura del 65% e con i seguenti limiti:

Assi 1 (sub Assi 1.1 e 1.2), 2, 3, fino al massimo erogabile di 130.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000,00 Euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (sub Asse 1.2) non è fissato il limite minimo di finanziamento. Per l’Asse 4, il massimo erogabile è pari a 50.000,00 Euro per un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000,00 Euro.

Asse 5 (su Assi 5.1 e 5.2) nella misura del:
40% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);

50% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.2 (giovani agricoltori).

Il finanziamento massimo erogabile è pari a Euro 60.000,00; il finanziamento minimo è pari a Euro 1.000,00.

Presentazione della domanda per via telematica

La domanda va presentata in modalità telematica attraverso il caricamento della documentazione su piattaforma Inail. Basterà accedere dal sito www.inail.it ai servizi online. Attraverso un percorso guidato la domanda di finanziamento verrà inserita e poi inoltrata all’Istituto. Le date di apertura e chiusura della procedura informatica saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata al Bando Isi 2019, entro il 31 gennaio 2020.

Per ricevere assistenza e maggiori informazioni, è attivo il servizio di Contact Center Inail 06.6001 disponibile da rete fissa e mobile.

A questo link è invece visionabile l’avviso pubblico.