“Comprendere l’applicazione del cliente è il prerequisito essenziale per lo sviluppo di soluzioni tecnologiche praticabili e lungimiranti”.

Una filosofia incentrata sulle esigenze del cliente, quella di Crown, che nelle parole del General Manager Roberto De Gasperin, rispecchia in toto la pluripremiata tecnologia di commissionamento Crown QuickPick, che viene presentata oggi all’interno del Global Summit Logistics & Manufacturing 2019.

La presentazione infatti, inserita nell’annuale appuntamento dedicato alle soluzioni e ai sistemi integrati per la gestione della (intra) logistica e della produzione, fornisce preziose informazioni sui processi di innovazione orientati al cliente ed al miglioramento della produttività sviluppati dal marchio.

Basata sulla piramide del valore Crown, viene seguito un approccio in quattro fasi per ottenere soluzioni efficienti, sicure ed ergonomiche, dando vita a tecnologie innovative con un vantaggio concreto e praticabile.
Una prima fase, di comprensione dell’applicazione; una seconda fase di documentazione dei dati raccolti; una terza fase di definizione delle sfide e dei requisiti e infine un’ultima e quarta fase di sviluppo.

Crown progetta, produce e commercializza un’ampia gamma di carrelli elevatori nonché di tecnologie di automazione e gestione della flotta carrelli. La filosofia aziendale Crown utilizza processi integrati verticalmente per sviluppare, costruire e distribuire soluzioni innovative lungimiranti che migliorano la produttività e l’efficienza operativa dei clienti.

La collaudata tecnologia QuickPick® Remote per il picking combina un commissionatore di basso livello con un telecomando wireless incorporato in uno speciale guanto da lavoro. Gli operatori possono far muovere il commissionatore in avanti con il semplice tocco di un pulsante senza dover salire sulla piattaforma del carrello. Gli scanner laser identificano gli ostacoli per prevenire le collisioni.
Il sistema semplifica in modo sostanziale i processi di lavoro, con conseguenti prestazioni di commissionamento significativamente più elevate ed, allo stesso tempo, riduce lo stress fisico per gli operatori.