― Un sistema che migliora la sicurezza e apporta notevoli miglioramenti di efficienza nella logistica e, in più, beneficia degli sconti fiscali previsti per legge

Il dispositivo ETS Touch, è il sistema di telecontrollo/scatola nera e controllo accessi di Kiwitron che viene installato direttamente sul mezzo permettendo di accedere ai benefici della 4.0. Grazie ai numerosi studi e le numerose funzioni implementate sul sistema ETS, è possibile soddisfare diversi punti richiesti dalla normativa.

Kiwitron: il sistema ETS consente di accedere ai benefici della 4.0

In particolare, i modelli ETS, ETS Touch ed ETS Safety possiedono caratteristiche tecniche tali da poter essere inclusi negli elenchi della legge che disciplina super ed iper ammortamento e introduce l’“iper ammortamento”.

Il sistema, al fine dell’applicazione dell’iper ammortamento, può apportare alla macchina e/o impianto su cui saranno installati i contributi tecnici quali:

Requisito 1 – Controllo per mezzo di Computer Numerical Control (CNC) e/o Programmable Logic Control (PLC)

Il sistema ETS si integra con il sistema elettronico di controllo della macchina. Tramite una programmazione simil PLC può agire direttamente sul funzionamento del mezzo. In particolare è possibile:

  • Azionare la macchina solamente con l’apposito badge RFID riconoscitivo dell’utente
  • Attivare delle funzionalità della macchina (es. rallentamento, blocco) in caso di superamento di determinati livelli di allarmi (es. batteria scarica) e/o di eventi anomali (es. incidenti)

Requisito 2 – Interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o Part Program.

Il sistema ETS può ricevere le configurazioni da remoto, infatti, un’importante novità introdotta dai sistemi dotati di connettività (come ETS) è quella di poter modificare le soglie di allarme, configurazioni, utenti e contatori della macchina da remoto.
Nel dettaglio:

  • Modificare gli utenti e gli operatori abilitati direttamente dal sistema di fabbrica. La modifica di un badge e/o un nuovo assunto è immediata.
  • Se i veicoli si trovano lontano, è possibile modificare i valori di soglia senza recarsi direttamente dal cliente.

Requisito 3 – Integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo

Il sistema dotato di display permette di ricevere le missioni direttamente dalla centrale operativa. Grazie ad un’integrazione tra il gestionale del cliente e il portale Kiwisat, è possibile ottemperare a questo requisito. In particolare:

  • Ricezione di missioni operatore e relativo feedback di presa in carico direttamente sul display operatore.
  • Segnalazione da display delle anomalie

Requisito 4 – Interfacce tra uomo e macchina semplici e intuitive.

Il dispositivo ETS Touch è dotato di un display touchscreen da 4.3” per l’interazione con l’operatore, di facile ed intuitiva fruizione, anche in ambienti produttivi in cui è necessario l’impiego di specifici DPI. Sul monitor, inoltre, è possibile:

  • Compilare le check list preliminare di controllo, ovvero le domande obbligatorie in alcuni paesi, prima di avviare il mezzo compilate direttamente dall’utente
  • Ricevere missioni direttamente sul display (es. caricare il molo 2)

Kiwitron: il sistema ETS consente di accedere ai benefici della 4.0

Requisito 5 – Rispondere ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro.

Il dispositivo ETS è conforme alle vigenti normative in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Requisito U1 – Sistemi di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto

Il dispositivo ETS permette la telediagnosi da remoto, infatti, grazie alla connettività GPRS / WiFi e un ricevitore GPS, è possibile avere tutti i dati in tempo reale:

  • cicli di lavoro
  • cariche della batteria
  • correnti istantanee e totali
  • inclinazione del mezzo
  • contatori di lavoro e di utilizzo reali
  • possibilità di disabilitare l’accensione della macchina da remoto
  • possibilità di inviare delle configurazioni (es. variazione degli utenti abilitati) da remoto

Kiwitron: il sistema ETS consente di accedere ai benefici della 4.0

Requisito U2 – monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alla derive di processo

Il sistema ETS, opportunamente collegato alla macchina, consente di agire da immobilizzatore sulla macchina stessa, permettendo l’avvio solo da parte di operatori autorizzati tramite riconoscimento elettronico. Inoltre, il sistema ETS, corredato con opportuni sensori (es. sensore di corrente, controllo liquido batteria), riesce a monitorare diverse grandezza in maniera continuativa e successivamente vengono inviati al sistema informativo di fabbrica in tempo reale tramite GPRS e GPS. Inoltre, è disponibile la checklist che, a seguito di risposte negative, può bloccare l’attivazione della macchina.

Per ciò che riguarda il requisito di interconnessione con i sistemi aziendali, ovvero, Integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo, nel modello safety, ovvero il nuovo sistema di ETS + anti-collisione carrelli/pedoni risponde ai requisiti della guida semiautomatica.

Parlando di macchine mobili e loro ammissibilità alla disciplina agevolativa dell’iper-ammortamento viene ribadito che: “E’ il caso di ricordare che la guida automatica o semiautomatica non costituisce un autonomo e ulteriore requisito rispetto a quelli richiesti dalla disciplina agevolativa, bensì una caratteristica tecnologica o, in altri termini, una modalità attraverso la quale per le “macchine mobili” in questione si considerano realizzati i requisiti della interconnessione e dell’integrazione automatizzata”.

Questo significa che il requisito di interconnessione tra i sistemi aziendali viene sostituito integralmente dalla guida semiautomatica. Infatti, il sistema ETS, in presenza di operatori dotati di tag o di altri carrelli/mezzi, può automaticamente rallentare il mezzo soddisfacendo la normativa.

Kiwitron consiglia sempre un’ulteriore perizia, da effettuarsi presso l’azienda che beneficia del beneficio fiscale per due motivi: nel caso ci si avvalga di uno studio dotato di assicurazione, in caso di contestazioni sarà possibile avvalersi dell’assicurazione dello stesso, in secondo luogo, visti i costi contenuti rappresenta una tutela in più per il datore di lavoro.

In conclusione, il sistema ETS, oltre ad andare a migliorare la sicurezza e apportare notevoli miglioramenti di efficienza nella logistica, permette di accedere ai benefici della 4.0.

Per richiedere la perizia giurata attestante le informazioni sopra elencate, visitate il sito di Kiwitron per maggiori informazioni.