Masi Communication è presente come Press Media alla 23esima edizione di Ecomondo, evento fieristico che si svolge dal 5 all’8 novembre a Rimini.

Key Energy

In contemporanea con Ecomondo si svolge anche Key Energy “Energy transition hub”, la fiera delle soluzioni e applicazioni di efficienza energetica ed energie rinnovabili. Ecomondo, inoltre, propone dal 2009 un modello ideale di Città Sostenibile, all’interno di uno spazio espositivo che mostra modelli di urbanizzazione, soluzioni tecnologiche, progetti, piani di mobilità, che consentono di migliorare la vita dei cittadini e favorire lo sviluppo dei territorio in chiave sostenibile.

Ecomondo è un evento che ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo di un ecosistema imprenditoriale innovativo e sostenibile.

Presenta tutta la filiera dell’economia circolare: ecodesign, efficienza, recupero e valorizzazione di materia prima, energia, trasporti, bonifiche e riqualificazione di aree contaminate (anche marine).Ecomondo 2019

ECOMONDO e KEY ENERGY, assieme a DPE e SAL.VE (salone del veicolo per l’ecologia) stanno dando vita, fino a venerdì 8, alla piattaforma internazionale di Italian Exhibition Group volta a favorire la crescita di un ecosistema imprenditoriale innovativo, con l’obiettivo di costruire un futuro più sostenibile.

  • 129.000 metri quadri,
  • 1300 imprese
  • 30 Paesi

Presenti alla cerimonia di apertura:

Sergio Costa, Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare;
Riccardo Fraccaro, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri;
Antonio Misiani, Sottosegretario di Stato all’Economia e alle Finanze;
Paola Gazzolo, Assessore alle politiche ambientali della Regione Emilia-Romagna;
Anna Montini, Assessore all’ambiente del Comune di Rimini;
Lorenzo Cagnoni, Presidente di Italian Exhibition Group.

Lorenzo Cagnoni ha spiegato: “Qui i temi oggi di attualità li abbiamo percepiti e consolidati in anteprima. È il ruolo delle fiere leader come Ecomondo, al vertice europeo”.

L’assessore Montini ha ricordato l’impegno di Rimini sul fronte ambientale: “Il Piano di Salvaguardia della Balneazione Ottimizzato, per la tutela del nostro mare, rappresenta un fiore all’occhiello. A Rimini il mare vuole dire ambiente ed economia. E qui abbiamo l’esempio chiaro di come questi due aspetti possano convivere”.

Per l’assessore regionale Gazzolo: “Siamo nella terra della sostenibilità, una terra che dimostra che si può fare buona sostenibilità. E qui siamo a un grande appuntamento internazionale dove è interessante vedere quante buone prassi vi siano intorno a noi”.

Il Sottosegretario Antonio Misiani ha voluto complimentarsi con Italian Exhibition Group: “Un grazie al team di Ecomondo: voi create attenzione e date visibilità a un settore, quello della Green e Circular Economy, che non è solo un’eccellenza italiana, ma che fornisce al nostro Paese una vera leadership a livello europeo: la prima vera speranza di ripartenza economica e di creazione di nuove imprese”.

Per il Sottosegretario Riccardo Fraccaro “Finalmente si è posto il Green New Deal nell’ultima legge di bilancio. Se riusciamo ad imporre in Europa la Green Rule potremmo ricreare quel sogno europeo che è andato perduto, rivolgerci alle nuove generazioni e fare economia perché l’aspetto più importante è che oggi, come mai è accaduto, economia, crescita e sviluppo coincidono con la sostenibilità”.

Il Ministro Costa ha concluso: “Con grande orgoglio italiano vengo per la seconda volta ad inaugurare Ecomondo, la manifestazione più importante al mondo sul green e le tecnologie ambientali, che cresce ogni anno. Vuol dire che l’Italia c’è, sul panorama internazionale e non solo europeo. Ecomondo è il luogo del dialogo e del confronto e come Ministro dell’Ambiente sono qui per dialogare in termini sostanziali e non solo formali, girando per gli stand, confrontandomi con le aziende, per realizzare insieme una visione in cui economia e ambiente crescano all’unisono”.

Gli Stati Generali della Green Economy, quest’anno dal titolo Green New Deal e sfida climatica: obiettivi e percorso al 2030 da dove scaturiranno idee e proposte per sostenere, dare forza ad un cambiamento che punta al consistente taglio delle emissioni di gas serra e a rilanciare nuovo sviluppo e nuova occupazione. A dare il via ai lavori è stato Edo Ronchi, del Consiglio Nazionale della Green Economy.

Focus del 2019

In collaborazione con associazioni industriali, ministeri ed altre istituzioni, enti di ricerca, la Commissione Europea e l’OCSE, vengono esaminate e discusse le principali novità, necessità, criticità ed opportunità nell’ambito del riuso e valorizzazione dei principali rifiuti tecnici e biologici (incluse le acque reflue), le materie prime alternative e l’ecodesign industriale, la bonifica e la riqualificazione delle aree contaminate, anche marine, e la bioeconomia.

Rifiuti e Risorse

Servizi per la gestione e valorizzazione integrata dei rifiuti
Tecnologie e macchinari per il trattamento dei rifiuti urbani e industriali
Attrezzature e mezzi per la raccolta e trasporto rifiuti
Sistemi e contenitori per rifiuti
Macchinari e attrezzature per la movimentazione e il sollevamento dei rifiuti
Ecodesign e nuovi materiali
Servizi di riparazione e ripristino

Bioeconomia circolare

Biobased industry
Bioenergie
Agrifood & Blue growth

Bonifica e rischio idrogeologico

Bonifiche dei siti contaminati e riqualificazione
Rischio idrogeologico e prevenzione dalle calamità

Acqua

Ciclo idrico integrato
Monitoraggio e digitalizzazione: acqua, aria, suolo