I dati dell'Osservatorio Samoter-Prometeia di ottobre parlano di una crescita nel 2019 degli investimenti del 3.5% nel settore delle costruzioni in Italia

Il settore delle costruzioni italiano cresce!

A dirlo è Samoter (appuntamento alla Fiera di Verona dal 21 al 25 marzo 2020) che, in questi giorni, ha divulgato i dati dell’Osservatorio Samoter-Prometeia di ottobre.
L’indagine analizza ogni trimestre l’andamento del comparto e rappresenta uno strumento che Samoter fornisce alle aziende per aiutarle a interpretare le evoluzioni del mercato.

I numeri

Nel 2018 gli investimenti nel settore delle costruzioni avevano un valore complessivo di oltre 139 miliardi di euro e si prevede che, a fine 2019, raggiungerà i 4,8 miliardi di euro (+3,5%) e nel 2020 segnerà un’ulteriore crescita del 2,4%.

Opere pubbliche e residenziale

Sicuramente la crescita è da considerare collegata alla ripresa delle opere pubbliche, ma anche il residenziale ha dato un contributo rilevante alla crescita del comparto. Proseguono infatti gli interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica anche sull’impulso delle agevolazioni fiscali.

Positivo anche il dato delle compravendite nel mercato residenziale, cresciute del 3,9% nel secondo trimestre.

Per quanto riguarda gli investimenti pubblici, a far ben sperare è l’andamento degli investimenti fissi lordi delle pubbliche amministrazioni, in crescita del 6,9% nel primo semestre grazie alle misure adottate negli ultimi anni, a partire dallo sblocco degli avanzi di bilancio delle amministrazioni locali per la realizzazione di opere pubbliche.

Cosa aspettarsi dal futuro

Per il prossimo futuro (2020-2021), le aspettative sono positive, secondo l’Osservatorio possiamo infatti attenderci un’ulteriore crescita delle costruzioni (intorno al +2% medio annuo).
Tutto ora è in mano al nuovo esecutivo. L’impulso principale si attende dal Genio civile, nell’ipotesi che sia data effettiva attuazione ai provvedimenti legislativi varati di recente a sostegno delle costruzioni (Decreti “Sblocca cantieri” e “Crescita”).
Il nuovo esecutivo ha confermato l’impegno al rilancio delle infrastrutture e alla riqualificazione urbana, annunciando lo stanziamento di risorse aggiuntive nella Legge di bilancio per il 2020. In particolare, sono considerati prioritari il piano dell’Anas per la manutenzione straordinaria e gli investimenti nella rete ferroviaria inclusi nell’aggiornamento del Contratto di programma di RFI per il 2017-2021.
Nello stesso periodo anche l’edilizia residenziale dovrebbe mantenere un profilo espansivo, sebbene a ritmi più contenuti di quelli del biennio 2018-2019, continuando a beneficiare del contributo positivo degli investimenti nella riqualificazione.

Aspettando Samoter 2020

SaMoTer DAY: il 29 ottobre a Verona