Doosan
da Sinistra: Michele CAFAGNA, consulente Tecnico Commerciale DOOSAN; Michele BURDI, Mondo Carrelli; Fabio BURDI, Mondo Carrelli; Ing. Pietro DURAZZINI, Country Manager DOOSAN I.V. ITALIA; Daniele BURDI, Mondo Carrelli
― Innovazione e sostenibilità all'83esima edizione di un evento che ha raccolto oltre 300 mila presenze

Si è conclusa con un record di presenze rispetto agli ultimi dieci anni, la 83esima edizione della Fiera del Levante ospitata a Bari. Nove giorni di appuntamenti che hanno incuriosito ben 300 mila visitatori, 40 mila in più rispetto all’edizione precedente.
Un segno chiaro del fatto che negli ultimi anni la Campionaria Generale Internazionale sia diventata il luogo ideale dove la tradizione incontra l’innovazione e dove, dalle istanze dell’economia sostenibile si dipartono gli sguardi al futuro del mondo.

Non poteva che essere un successo anche la partecipazione di Doosan che, con la sua linea di carrelli elevatori ha arricchito la manifestazione, presentando anche le novità legate alle grandi portate come il Diesel da 90 quintali.
Impreziosito da una cabina Zeus ribaltabile elettricamente e dotata di ogni comfort per l’operatore, il carrello Doosan da 90 quintali della nuova Serie 7 strizza l’occhio alle esigenze di ergonomia e visibilità legate all’operatività. Il modello D90S-7 è l’unico tra i carrelli di questa portata ad utilizzare un sistema di servocomandi idraulici che garantiscono precisione ed velocità in tutte le operazioni, anche in presenza di attrezzature complesse (fino a 5 vie idrauliche). I progettisti hanno avuto un occhio di riguardo anche per chi effettuerà le operazioni di manutenzione: la cabina, completamente ribaltabile elettricamente, permette di operare sui vari componenti del carrello in modo semplice, veloce e sicuro.

Quella ricaduta su Bari è una scelta che rispecchia lo spirito di Doosan, sempre attento alle esigenze di un segmento di mercato in continua trasformazione.

Ed è proprio questo che la Fiera del Levante è stata per gli espositori: un momento significativo che si lega alle specificità regionali e che, allo stesso tempo rappresenta una vetrina importante per chi non vuole fermare il treno dell’innovazione.

“Siamo rimasti sorpresi dall’attenzione che il pubblico ci ha riservato nei tanti giorni della fiera con contatti e richieste provenienti principalmente dal centro sud Italia ma anche in qualche caso dall’estero – ha sottolineato Pietro Durazzini, Country Manager Doosan Industrial Vehicle -. È stata un’ottima occasione per confrontarsi con un mercato dinamico e dalle svariate esigenze operative. Vorrei infine rivolgere un ringraziamento particolare alla famiglia Burdi (proprietaria del concessionario Doosan di Bitonto (BA) “Mondo carrelli”) per la passione, competenza e serietà con cui promuove i nostri prodotti in Puglia e Basilicata. Il lungo evento fieristico ne è stata un’ennesima dimostrazione”.

In questa direzione, Doosan, ha saputo cogliere un prezioso invito, contribuendo a valorizzare le istanze di sostenibilità e economia circolare. Concetti cari al marchio che, da sempre, conferma la sua presenza ad eventi come questo, strettamente connessi al rispetto delle risorse.