― KUKA, produttore leader nel mondo nel campo dei robot industriali si è rivolta al concessionario Yale® Unicar per la movimentazione del suo magazzino di Torino

Dalla pallettizzazione all’imballaggio, passando per il picking fino ad arrivare alle linee di prodotto, il numero delle operazioni dove umani e robot collaborano è in crescita. La tecnologia si evolve in modo costante, non smettendo mai di cercare nuovi modi per potenziare l’efficienza, integrando innovazione ed equipaggiamenti altamente performanti in grado di apportare un valore aggiunto. È industria 4.0!

KUKA è uno dei produttori leader nel mondo nel campo dell’automazione. Fondata nel 1898 produce impianti d’illuminazione a prezzi convenienti ma nel corso del XX secolo, l’azienda diversifica le sue operazioni. Nel 1973 sviluppa il primo robot industriale al mondo con sei assi guidati elettro-meccanicamente e diventa così pioniere della robotica. Sarà poi il 2004, l’anno in cui sceglierà di puntare sulla fornitura di soluzioni all’avanguardia automatizzate, tra cui il più potente robot industriale a sei assi del mondo, entrato nel Guinnes dei primati. Anche se la sede principale è ad Augusta, in Germania, oggi la compagnia conta diverse sedi in Europa, Asia e in America.
KUKA offre soluzioni per diversi settori tra cui: automobilistico, e-commerce, beni di consumo ed elettronica. Dal singolo componente, all’impianto completamente automatizzato, sa che riuscirà a trovare la soluzione perfetta per ogni cliente.

Yale e KUKA: l’unione perfetta

Di recente, la sede italiana di KUKA ha integrato le soluzioni Yale nel magazzino di Torino. Il leader della robotica richiedeva un’operazione solida e allo stesso tempo flessibile: nel suo magazzino sono presenti una serie di soluzioni automatizzate di diverse forme e dimensioni, dai robot collaborativi piccoli e leggeri fino ai grandi robot industriali che arrivano a pesare anche 4.500 kg. Quindi, qualsiasi attrezzatura di movimentazione materiali doveva essere abbastanza adattabile da poter gestire una vasta gamma di carichi e allo stesso tempo operare efficacemente tutti i giorni con periodi di fermo minimi. Yale Unicar, concessionario Yale in Italia sin da 1992 che conta tre filiali e una rete di 29 concessionari, è riuscita a trovare la soluzione ottimale: i carrelli elevatori a forche elettrici e controbilanciati ERP30VL e ERP40VM.
La scelta è ricaduta su un equipaggiamento adatto a impieghi gravosi e medi. I carrelli elevatori elettrici della Serie VM sono infatti costruiti per l’uso intensivo e possono gestire molteplici carichi, il che li rende perfetti per le applicazioni gravose. I carrelli elevatori delle Serie VM e VL sono alimentati con batterie da 80 volt e offrono le stesse prestazioni dei modelli con motore a combustione interna, garantendo sempre durevolezza e affidabilità eccezionali.

Ergonomia superiore e produttività

Ergonomia superiore e produttività sono il cuore della filosofia Yale. I carrelli elevatori a forche Yale forniti a KUKA presentano caratteristiche ergonomiche studiate per ottimizzare il comfort dell’operatore e aumentare la produttività. Dal sedile con sospensioni complete al bracciolo regolabile con comandi idraulici integrati fino ad un compartimento vibrazioni per corpo intero che aiuta a ridurre l’affaticamento dell’operatore. Questi sono i plus a cui si accompagna la presenza di un display “a testa alta” che, tra l’altro, mantiene libero il campo visivo dell’operatore.
Il giusto equilibrio tra prestazioni, manovrabilità e durata della batteria si adatta perfettamente all’applicazione per fornire maggior produttività e rendimento a costo ridotto per pallet movimentato. Un assale di sterzo esteso con miglioramento costante della stabilità offre un’articolazione maggiore, consentendo di manovrare il carrello elevatore all’interno di corridoi stretti e fornisce il massimo comfort anche su superfici non regolari.

“Vendiamo diverse centinaia di robot all’anno e la nostra sede, recentemente ampliata, ora ospita uno showroom e il centro di formazione KUKA College insieme ai nostri team di vendita e di assistenza – ha sottolineato Alberto Pellero, Director of Strategy and Marketing di KUKA Italia. Swisslog, la società sussidiaria per la logistica e l’automazione di KUKA, si concentra sull’intralogistica robotizzata e basata sui dati e KUKA utilizza questa competenza interna per aiutare a scegliere fornitori in grado di fornire gli stessi nostri elevati livelli di sicurezza, efficacia e produttività”.