― Buone notizie arrivano dall’Industrial Truck Association sui dati del mercato dei carrelli elevatori: le aziende promuovono il comparto e investono in veicoli sia a combustione sia elettrici.

Secondo l’ITA – Industrial Truck Association, il mercato nordamericano dei carrelli elevatori continua a crescere: nel 2018 sono state vendute oltre un quarto di milione di nuove unità, un dato che segna +2,8% rispetto al 2017, e la crescita sembra essere costante vista nella maggior parte delle classi di carrelli elevatori.
La crescita si registra un po’ in tutto il mondo e la classifica dei produttori non vede grossi cambiamenti: tutti i 5 top brand hanno registrato un aumento di oltre il 5% rispetto ai numeri dello scorso anno.

      1. Toyota
      2. KION
      3. Jungheinrich
      4. Mitsubishi
      5. Crown Equipment

Di seguito la classifica completa.

Uno sguardo sul mercato americano con i dati ITA

Scott Johnson, Presidente del consiglio di amministrazione di ITA (e vicepresidente del marketing e delle vendite della Clark Material Handling Company, al decimo posto), motiva la crescita parlando di un settore produttivo molto sano. A crescere è stata l’industria in generale e, con essa, anche il comparto dei carrelli elevatori.

In cerca di nuove sfide: e-commerce e omni channel

Il Presidente del consiglio di amministrazione di ITA ha anche specificato che, nonostante il periodo florido, i produttori di carrelli elevatori non si sono seduti sugli allori, anzi. L’industria della movimentazione è costantemente alla ricerca di nuove soluzioni per rispondere alle sfide della distribuzione odierna multi canale e basata sempre di più sull’e-commerce.
Le realtà che operano con l’e-commerce richiedono sempre più spesso carrelli a mano motorizzati e veicoli che possano muoversi in ambienti di deposito ad alta velocità.
La richiesta di questo tipo di soluzioni e l’impegno delle imprese costruttrici ha oggi modificato lo scenario della movimentazione: oggi è possibile affidarsi all’elettrico anche per applicazioni gravose.

Sicurezza e formazione

Al crescere dei carrelli in circolazione cresce anche il numero degli operatori. Per questo formazione e sicurezza sono temi sempre più rilevanti, dai quali non si può prescindere parlando di mercato dei carrelli elevatori.
Durante la Giornata nazionale della sicurezza dei carrelli elevatori del 2019 a Washington, DC, i membri di ITA hanno fatto presente che attualmente ci sono più di 4,5 milioni di operazioni con camion in oltre 300 settori a livello nazionale. Numeri che fanno capire la portata del tema sicurezza, un tema che non riguarda certo una nicchia ristretta di popolazione.
Sempre Johnson ha anche affermato che: “Mentre siamo tutti molto competitivi sul mercato, quando si tratta di standard di ingegneria, sicurezza e altre preoccupazioni a livello di settore, possiamo riunirci per conversazioni positive e produttive e quindi per raggiungere il consenso su ciò che è meglio per l’industria e per l’operatore”.

Carenza di manodopera

Anche in America persiste la carenza di manodopera e, con un tasso di disoccupazione nazionale al 3,6%, è difficile trovare, assumere e trattenere lavoratori.

La situazione politica

Secondo l’ITA la situazione politica, le tariffe e le guerre commerciali non sono vantaggiose per i produttori che fanno affari su scala globale. L’ITA è favorevole al commercio libero ed equo. Afferma Johnson: “Riteniamo di aver bisogno di un commercio libero ed equo e di buoni partner commerciali”.

[Fonte dati: mmh.com]