― Che la logistica e l'e-commerce siano sostenibili è una richiesta che viene direttamente dal mercato. Netcomm e Comieco suggeriscono 8 linee guida in chiave di basso impatto ambientale

CLICCA QUI PER RICHIEDERE IL TUO BIGLIETTO OMAGGIO PER IL GIS 2019


Ridurre l’impatto della logistica è un imperativo che molte aziende hanno fatto loro, soprattutto negli ultimi anni. Lo è per l’e-commerce, soprattutto visto il boom di acquisti online che han portato ad una nuova consapevolezza. Quella di ottimizzare la supply chain ed i materiali utilizzati per il packaging in ottica di un maggior rispetto dell’ambiente.

Tante sono oggi le aziende che operano nel commercio online e che hanno aderito alle linee guida proposte nei mesi scorsi da Netcomm e Comieco.

Sostenibilità della logistica: una domanda che viene dal mercato

L’incremento della movimentazione di pacchi è un nemico della sostenibilità secondo il pensare comune. Ma la realtà è ben diversa. I processi logistici e di packaging stanno mutando, sotto l’impulso dell’ottimizzazione degli ingombri, della scelta di materiali riciclabili e la semplificazione degli smaltimenti. A chiederlo sono gli stessi e-shopper che pongono più attenzione al momento dell’acquisto al packaging e anche all’impegno profuso dalle aziende in ottica eco-sostenibile. Lo conferma anche il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base cellulosica, spiegando che nel 2018, oltre l080% degli imballaggi viene realizzato con materiali riciclati.
Oggi sono tante le cartiere che si sono reinventate per soddisfare le necessità di riciclo e una domanda crescente di cartone per le spedizioni. Tante, le realtà dell’e-commerce che tengono in assoluto riguardo le pratiche rispettose dell’ambiente.

Le linee guida di Netcomm e Comieco

Allo scopo di dare supporto a tutte le aziende che intendono muoversi in questa direzione, Comieco ha lanciato insieme a Netcomm l’iniziativa denominata “Linee guida e checklist per il corretto utilizzo del packaging per l’e-commerce ai fini della sostenibilità ambientale”.

Si tratta di veri e propri strumenti, in otto consigli chiave che aiutano a identificare i comportamenti corretti per ottimizzare l’impatto ambientale della logistica e dell’e-commerce. Un vademecum utilissimo per le aziende che oggi contribuiscono alla spedizione di 20 milioni di consegne mensili generate dal commercio online.

L’obiettivo dell’iniziativa è inoltre quello di stimolare le aziende della filiera logistica e dell’e-commerce a manifestare il loro impegno.

A chiederlo è il pianeta e l’emergenza climatica, per i quali è necessario puntare ad un ampliamento della coscienza ambientale, oggi scarsamente presente tra le aziende. In questo, il packaging è in grado di offrire un contributo importante per ciò che attiene il settore del commercio online in costante e impressionante crescita anche nel nostro Paese.

Otto punti chiave per migliorare l’eco-sostenibilità di logistica ed e-commerce

Gli 8 punti chiave suggeriti da Netcomm e Comieco sono:

  1. Utilizzo di imballaggi eco-sostenibili, riciclabili, riutilizzabili e rinnovabili imballaggi facilmente riciclabili, eco-sostenibili, rinnovabili e riutilizzabili
  2. Ottimizzazione del consumo di imballaggi e attivazione di un processo di miglioramento continuo
  3. Applicazione della Direttiva Europea sugli imballaggi e sui rifiuti d’imballaggio
  4. Sensibilizzazione dei clienti nell’ottimizzazione del packaging
  5. Utilizzo di imballaggi riutilizzabili per il reso merce
  6. Scelta dei partner logistici e di trasporto più opportuni ai fini della sostenibilità ambientale
  7. Sensibilizzazione dei produttori nella progettazione di prodotti e imballaggi destinati all’e-commerce
  8. Verifica dell’applicazione delle norme di sicurezza previste per il packaging.

Qui è possibile prendere visione del documento con le linee guida e le checklist di Comieco e Netcomm.