Baoli: un 2019 ricco di successi per crescita di vendite, Dealer e performance After-sales
― Durante l'ultimo Dealer Meeting Baoli, un confronto tra il management e i dealer fa il punto sull'eccellente andamento del marchio

Si è concluso con un grande entusiasmo il terzo Dealer Meeting italiano di Baoli, brand produttore di carrelli elevatori e macchine da magazzino attivo in oltre 80 Paesi nel mondo e parte del Gruppo Kion. Un momento di confronto importante tra il management della società e gli oltre 80 partecipanti giunti in rappresentanza di 50 dealer da ogni regione d’Italia. La due giorni è stata occasione per analizzare le eccellenti performance di vendita registrate da Baoli sul mercato italiano, presentare le prossime novità di prodotto e condividere le ambiziose strategie future. Ma non solo. Ai partecipanti è stata concessa la visione in anteprima di alcuni dei carrelli che incrementeranno nei prossimi mesi l’offerta di Baoli.

Durante l’evento sono stati presentati i dati relativi ai primi 5 mesi del 2019, che evidenziano un ulteriore incremento degli ordini rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, un dato straordinario se si considera che il 2018 era stato per Baoli un anno record. Significativo constatare come l’azienda stia crescendo in tutti i segmenti.
Se nel 2018 tra i tre prodotti più venduti figuravano transpallet e stoccatori, nei primi mesi di quest’anno il secondo posto è occupato da KBE 25, un frontale elettrico adatto per tutti gli utilizzi interni ed esterni. Si tratta di risultati in grado di avvalorare il progetto Baoli, che dal 2015, anno del suo lancio sul mercato italiano ha conosciuto una crescita inarrestabile. Sia in termini di rete vendita che di vendite.

A fare una grande differenza, la rete dei dealer. Oggi l’azienda è infatti presente in tutta Italia con una capillare rete composta da 70 dealer, la metà dei quali monomarca e le vendite sono equamente distribuite tra Nord (44%), Centro (22%) e Sud (33%).
Allo scopo di celebrare lo straordinario lavoro svolto dai dealer, quest’anno il management di Baoli ha voluto consegnare uno speciale riconoscimento ad alcuni concessionari che si sono distinti: Officina Ruini Marco (Reggio Emilia), RGM Commerciale srl (Rimini), Lift up srl (Pisa), Movitecnica srl (Terni), Rimas snc (Catania) e Sud Carrelli srl (Bari).Baoli: un 2019 ricco di successi per crescita di vendite, Dealer e performance After-sales

Inoltre, le statistiche presentate al Dealer Meeting hanno evidenziato come Baoli sia stata in grado di migliorare anche i propri livelli di servizio. Stando agli indicatori, nei primi 5 mesi del 2019 Baoli ha evaso il 74% degli ordini entro 30 giorni, un tempismo senza eguali anche tra i maggiori player del settore. Ottime le performance del servizio after-sales, sempre più efficiente ed efficace. Oggi l’azienda è in grado di evadere l’83% degli ordini di ricambi entro 24h, questo è possibile grazie al prezioso contributo del magazzino di Rolo (RE) che può contare su oltre 4.600 referenze a stock.

Siamo estremamente soddisfatti di questo Dealer Meeting – afferma Massimo Marchetti, Head of Sales di Baoli in Italia –. Abbiamo registrato un grande entusiasmo da parte dei concessionari, che sono sempre più consapevoli di far parte di un progetto serio e di prospettiva, sottoscritto e garantito dal Gruppo Kion. Non solo abbiamo dimostrato la volontà di migliorare e innovare la nostra offerta, ma abbiamo posto particolare attenzione a tutti i servizi post-vendita che sono per Baoli un valore aggiunto. I clienti l’hanno notato e ci stanno premiando anche per questo, sono consapevoli di avere alle spalle una grande organizzazione che mira a dare il miglior servizio possibile in tempi ridotti. Vogliamo continuare a scalare le gerarchie del mercato italiano e questi numeri ci danno fiducia”.