― Alibaba Group e Ocado al centro delle sessioni plenarie della prima giornata di Deliver, arricchite dai contributi delle maggiori società di consulenza globali

Ospiti internazionali di altissimo livello e un’organizzazione impeccabile.
Tra i numerosi stand presenti a Deliver 2019, anche tante società italiane che si sono distinte per aver impresso all’intero indotto una grande forza innovativa.

Questa mattina, alla sessione plenaria dedicata all’Intelligenza artificiale ha posto un quesito fondamentale per la logistica, legato all’importanza dell’automazione.
Relatore della prima plenaria è stato il capogruppo della Logistica ed R&S di Alibaba Group, Chunhui Zhang, esperto di strategie tecnologiche per il Ministero della Scienza e della tecnologia cinese, a capo del Laboratorio ET. Il dirigente, ha parlato di quanto sia importante l’esplorazione e l’innovazione in seno all’IA. Impegnato nella ricerca sui robot di consegna intelligenti, il suo contributo ha offerto una validissima panoramica sui mezzi a guida autonoma, i droni in grado di trasportare fino ad una tonnellata di peso e degli ultimi sistemi per il trasporto del fresco, in tempi davvero ridottissimi.

Uno spazio importante è stato riservato anche alle iniziative svolte dal gruppo dedicate all’ottimizzazione delle tecnologie delle infrastrutture e al marketing che sostengono i commercianti, i marchi e le aziende a sfruttare la potenza della nuova tecnologia per interagire con i propri clienti e operare in modo più efficiente.

Sono intervenute anche le grandi società di consulenza come Accenture e Capgemini che, dati alla mano, sono riuscite a rendere l’idea della direzione che stanno prendendo alcuni mercati di riferimento. Particolare attenzione è stata dedicata all’indotto della logistica, centrale per le sfide dell’e-commerce globale.

La seconda sessione plenaria svoltasi nel pomeriggio della prima giornata, è stata dedicata all’automazione del magazzino, durante la quale Ocado, il maggiore rivenditore di generi alimentari online, ha spiegato come il successo dell’azienda sia incentrato sui massimi livelli di automazione.
Tra i relatori, Stewart McGuire, responsabile dello sviluppo aziendale di Ocado (Regno Unito) che ha avuto il mandato di applicare l’automazione a nuove realtà quali parcheggi, industrie, operazioni portuali, ferrovie e agricoltura. Responsabile per l’identificazione, analisi e acquisizione di IP di terze parti, ha passato 12 anni precedenti al Credit Suisse, in qualità di analista responsabile della copertura del settore alimentare europeo. Ocado è pioniere della spesa online che sta trasformando il concetto stesso di acquisto di beni primari in tutto il mondo. La piattaforma gestita dall’azienda è quanto di più efficiente esista in termini di assortimento di prodotti freschi e di miglior servizio clienti. Non è un caso che di recente abbia stipulato accordi e partnership per offrire la propria piattaforma software integrata ai principali rivenditori del Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Francia, Svezia e Australia.

Anche Cdiscount, il principale sito francese, ha offerto il suo contributo in tal senso, rivelando le ultime tecnologie in fatto di e-commerce e retail.
Infine, GreyOrange e Rakuten Intelligence hanno arricchito l’incontro con i dati più dettagliati al mondo sul commercio elettronico.
Lisbona e Deliver, soprattutto, si stanno dimostrando una validissima piazza in cui non è difficile conversare con i più grandi big player di un mercato che oggi sta rivoluzionando il nostro modo di fare acquisti.