Transport Logistic

Oggi, martedì 4 giugno, prende il via a Monaco (Germania) Transport Logistic, la fiera leader mondiale per la logistica e la mobilità. Masi Communication è presente come PRESS MEDIA.

Transport Logistic fino al 7 giugno sarà luogo di confronto per tutta la filiera del settore logistico: servizi e trasporto merci, trasporto aereo, attrezzature per il trasporto merci, information technology, telematica, e-business, telecomunicazioni, sistemi di gestione del magazzino, imballaggio. Ma anche nuove tecnologie e innovazione, come realtà aumentata, robotica, intelligenza artificiale, auto a guida autonoma e droni.

La passata edizione, nel 2017, è stata visitata da un pubblico di 60.000 persone, provenienti da 123 paesi, il 10% in più rispetto l’anno precedente. 2.162 gli espositori da 62 nazioni.

Temi di Transport Logistic 2019

La Cina a Transport Logistic

La Nuova via della seta è uno dei protagonisti di Transport Logistic, come ha spiegato Stefan Rummel, managing director della Fiera di Monaco, sottolineato la presenza in fiera di espositori cinesi quasi raddoppiata rispetto alla passata edizione. “Le aziende cinesi cercano, con sempre maggior forza, partner in Europa. Il numero degli espositori dalla Cina è praticamente raddoppiato, con 30 nuovi e un totale di 64 tra cui Sinotrans, China Railway Container Transport e Yuxinou Logistics”.

Carenza di driver

La conducenti e lavoratori qualificati non è un problema solo italiano, ma interessa l’intera Europa. L’industria della logistica sa che deve cambiare e rendere la professione del conducente più attraente. Il settore deve rivedere stipendi e condizioni di lavoro, rapporti tra trasportatore e cliente. Si tratta di un lavoro che sta cambiando faccia in questi anni con l’avvento di nuove tecnologie come la guida autonoma e l’intelligenza artificiale, il conducente diventerà sempre di più un responsabile della logistica.

La donna nella Logistica

La presenza femminile nella logistica è un altro dei temi trattati dall’evento con una conferenza dedicata mercoledì 5 giugno 2019, curata dalla BVL – Confederazione della logistica.
La discussione indagherà le motivazione della scarsa presenza femminile nel settore, dovuta più a motivazioni legate alla cultura aziendale che alla qualifica delle lavoratrici.
Oggi le donne nella logistica sono prevalentemente impiegate nel lavoro di ufficio classico: controllo, acquisti, risorse umane. Ma le caratteristiche e le abilità “femminili” (flessibilità, orientamento al servizio, implementazione coerente degli obiettivi, lavoro di squadra, efficienza, capacità decisionale e gestione dei conflitti) sono ideali per lavorare in modo strategico e nelle organizzazioni leader. Gli studi dimostrano anche che una maggiore diversità ha un effetto positivo sul successo dell’azienda.

La BVL ha individuato alcuni degli stereotipi sulle donne nella logistica, confermando la percezione che la logistica sia ancora un dominio maschile, anche se il settore si sta aprendo offrendo anche a professionisti e manager donne una varietà di opportunità di carriera.