Transport Logistic
― Sale dal 3 al 56% la partecipazione dall'estero per l'appuntamento più atteso del settore

Aprirà i battenti a inizio giugno, a Monaco di Baviera la nuova edizione di Transport Logistic, l’appuntamento tanto atteso in tutta Europa ed oltre, dedicato alla logistica. Argomenti attualissimi, quelli che coinvolgeranno tutti i leader del mercato, tra cui le opportunità offerte dalla Via della seta, le nuove tendenze del trasporto e la ricerca di soluzioni smart per la logistica urbana.

“L’edizione di quest’anno non ha risentito delle incertezze politico-economiche internazionali degli anni precedenti”, ha sottolineato l’Amministratore Delegato di Messe München, Stefan Rummel. Ma anzi, dai dati in possesso degli organizzatori pare che la tendenza sia opposta. “Il numero degli espositori è cresciuto del 9%, passando da 2.162 a 2.360 ed anche la partecipazione dall’estero sembra confermare la tendenza, salendo dal 3% al 56%”.
Complice di questa crescita esponenziale sembrano essere i mercati europei e il fronte cinese che ha raddoppiato la sua rappresentanza per questa nuova edizione della fiera, segno chiaro che la logistica si pone sempre di più quale ingranaggio e chiave di volta nel favorire i flussi commerciali e le cooperazioni oltre confine.
Dieci saranno i padiglioni oltre all’area all’aperto che saranno inaugurati alla presenza di un folto pubblico proveniente da tutto il mondo, per aprire il salone con un argomento quanto più attuale: “L’economia globale sta attraversando un cambiamento epocale, quale sarà il ruolo della logistica?”

Il Ministro federale dei trasporti e delle infrastrutture digitali, Andreas Scheuer inaugurerà la fiera ed il programma della conferenza include circa 50 forum che ruoteranno intorno ai temi dell’economia globale, la digitalizzazione, la logistica sostenibile. Poichè l’intelligenza artificiale è considerata una chiave di volta per la logistica, che le consentirà di affrontare le tante sfide del futuro, comprese quelle del trasporto aereo, saranno tanti gli interventi in tal senso. Incluso il forum “Artificial Intelligence: Next Level Air Cargo?”, rivolto agli operatori del trasporto aereo, che con i loro 230 espositori hanno contribuito alla crescita di Transport Logistic.

All’interno del salone ci sarà anche un grande spazio dedicato al trasporto su rotaia. Si discuterà del piano regolatore per il trasporto merci, alla luce delle intenzioni del Ministero federale dei trasporti e delle infrastrutture digitali che punta su una serie di misure mirate ad aumentare questa tipologia di trasporto. Il trasporto marittimo e le difficoltà legate ai costi derivanti dal limite al tenore di zolfo daranno un contributo in più, arricchendo il tema dominante nel comparto. Mentre per quanto riguarda il trasporto su strada, si parlerà ampiamente della difficoltà del settore nel reperire conducenti. Il miglioramento delle condizioni di lavoro e la modernizzazione di infrastrutture, mezzi e professioni, aggiungerà un ulteriore spunto di riflessione per Transport Logistic. Insomma, la fiera spazia su tutti i comparti della logistica e chi ha intenzione di comprendere pienamente il mondo globalizzato non può assolutamente mancare. Parola di Stefan Rummel.