I carrelli elevatori Yale danno il massimo a Bonduelle, anche sotto pressione
― La fabbrica Bonduelle di Gniewkowo lavora circa 30.000 tonnellate di verdure l'anno. La sua flotta di 40 carrelli con noleggio a termine è fornita dal concessionario Emtor

Ha lavorato a stretto contatto con Bonduelle perché la flotta rispondesse alle esigenze specifiche del cliente. Gli esperti Yale comprendono bene le necessità del settore alimentare e le necessità per gli operatori che devono movimentare in ambienti freddi. E questa comprensione è stata la base da cui è nato il rapporto di successo fra il rivenditore Yale Emtor e la fabbrica polacca.

I carrelli elevatori Yale danno il massimo a Bonduelle, anche sotto pressione

L’efficienza Yale nello stabilimento di Gniewkowo

30.000 sono le tonnellate di verdure lavorate ogni anno nello stabilimento, la cui principale produzione è costituita da surgelati. I processi di movimentazione collaudati giocano un ruolo cruciale per tutte le fasi di lavaggio, scottatura e congelamento.
L’attuale flotta, composta da 40 carrelli elevatori Yale con noleggio a lungo termine è formita dal Emtor che da oltre 10 anni lavora a stretto contatto con Bonduelle per garantire le soluzioni ideali all’ambiente operativo. L’attuale flotta di cui è dotata la fabbrica è composta da 40 carrelli elevatori Yale con noleggio a lungo termine forniti dal concessionario nazionale Emtor, che da oltre 10 anni rifornisce attrezzature Yale allo stabilimento. Le condizioni di lavoro in loco variano dagli ambienti di refrigerazione (0-4°C) alle celle frigo dedicate, dove le temperature possono scendere fino a -18°C, per cui sono necessarie soluzioni personalizzate per preparare le apparecchiature per ambienti a temperatura controllata. Per questa ragione, i carrelli Yale sono dotati di cabine chiuse con doppi vetri riscaldati, isolamento a doppio rivestimento e riscaldamento termostatico in cabina che riducono il rischio di appannamento durante gli spostamenti tra ambienti freddi e temperati.
“Nel nostro stabilimento, i prodotti semilavorati vengono stoccati in un magazzino a blocchi e solo i prodotti finiti migrano verso gli scaffali portapallet. Abbiamo discusso sulla necessità di ‘snellire’ la larghezza dei carrelli retrattili che lavoreranno in quest’area con Emtor, visto che i corridoi del nostro magazzino sono estremamente stretti. Hanno accolto la sfida e preparato solo per noi versioni più strette in linea con i requisiti richiesti dall’ufficio polacco di ispezione tecnica, le quali stanno dando ottimi risultati nelle nostre corsie strette”, ha dichiarato Paweł Łyczywek, Direttore logistica e supply chain di Bonduelle.I carrelli elevatori Yale danno il massimo a Bonduelle, anche sotto pressione

La flotta

La maggior parte dei carrelli utilizzati sono i retrattili Yale con carichi stoccati ad altezze fino a 8,5 metri. Si tratta di carrelli dotati di speciali montanti HD a bassa capacità di sollevamento che consente il sollevamento della stessa portata su tutta l’altezza. I carrelli elevatori elettrici con una capacità di sollevamento di 1,6 tonnellate e i carrelli a GPL di portata superiore (1,8-2,5 tonnellate) dotati di attrezzatura di rotazione, completano la flotta, svolgendo mansioni al di fuori del magazzino. La maggior parte delle apparecchiature in fabbrica funziona sette giorni su sette e su tre turni. Queste apparecchiature sono dotate di estrazione laterale della batteria per risparmiare tempo e ridurre l’interruzione causata dalla sostituzione della stessa.
“In passato, sostituire le batterie dall’alto e manipolarle in altezza era un’operazione difficile che comportava alcuni rischi. La gamma di carrelli elevatori che utilizziamo è molto ampia, dai carrelli retrattili fino ai carrelli da magazzino, ecco perché unificare il sistema di sostituzione delle batterie e adattarlo ai vari modelli che utilizziamo è per noi un importante elemento di sicurezza”, ha detto Paweł.

I carrelli elevatori Yale danno il massimo a Bonduelle, anche sotto pressione

Il legame di fiducia con i concessionari

I carrelli elevatori dello stabilimento polacco di Bonduelle sono forniti con contratto a lungo termine per un tempo di 5 anni, superato il quale avviene la sostituzione con nuovi modelli. I carrelli utilizzati più assiduamente, sottoposti ad una maggiore pressione, invece, sono concessi con noleggio a tre anni. Si tratta per lo più di carrelli che utilizzano carichi di trasporto fino a 15.000 tonnellate all’anno. Il contratto di noleggio aiuta l’azienda a ottimizzare l’efficienza della flotta, garantendo la sicurezza di operare eliminando immediatamente difetti e interruzioni. Inoltre, Emtor fornisce un meccanico dedicato con servizio in loco e dispone di un magazzino ricambi nelle immediate vicinanze, supportato da un fornitissimo centro di distribuzione ricambi Yale. La tempestività è tutelata anche da questo.

Per ulteriori informazioni sulla gamma di attrezzature per la movimentazione di materiali Yale, visitate il sito www.yale.com.