― Una continua innovazione tecnologica rivoluziona le operazioni di manutenzione e assistenza

Carer si pone alla guida della rivoluzione legata alle operazioni di manutenzione e assistenza da remoto e lo fa grazie ai nuovi sistemi di tele-assistenza e telemetria. Nell’era dell’interconnesso, delle tecnologie per l’informazione e soprattutto dell’aggregazione dei dati, un cambiamento importante è in grado di abbattere le distanze fisiche.

E’ una tendenza che decide di coinvolgere anche gli aspetti più strettamente connessi all’assistenza tecnica per i carrelli elevatori, una grande opportunità che Carer ha scelto di cogliere col fine ultimo di potenziare la risoluzione di problematiche sulle sue macchine in servizio presso tutti gli stabilimenti di tutto il mondo. Si, perché se di telemetria si parla, anche il cliente oltreoceano potrà trarre vantaggio dall’assistenza da remoto, limitando gli sprechi di tempo e di denaro.

La direzione scelta da Carer, che sta sviluppando sistemi di tele-assistenza e telemetria, vira verso il futuro, consentendo alle macchine di comunicare dati e informazioni sulla sua operatività  attraverso l’utilizzo della rete GPRS o wi-fi. Attraverso questi innovativi sistemi, i dati raccolti vengono aggregati su un portale Carer dotato di uno specifico algoritmo capace di filtrare i dati per informare in maniera tempestiva il service su attività, problemi e condizioni d’uso dei carrelli elevatori.

Il sistema, che supera le inefficienze di trasmissioni dati attraverso email e telefono, alza decisamente il valore della qualità, consentendo di fornire assistenza specifica su macchine che sono ormai diventate sempre più informatizzate e quindi più complesse.
Solo a titolo di esempio, basti pensare che un carrello elevatore Carer della serie AX ha al suo interno circa 1,5 km di cablaggi e viene controllato da algoritmi software per oltre 20 mila righe di codice.
In questo senso, la telemetria di Carer offre un’ottimizzazione del supporto per tutti i dealer grazie alla presenza di un portale che può raccogliere le informazioni necessarie ad una dettagliata diagnostica del guasto. Un modo per determinare anche la tempestività e la durata di tutti gli interventi tecnici, che permette di allertate il service in loco in maniera rapida.

Inoltre, grazie all’utilizzo di questi sistemi, sarà possibile anche intervenire da remoto per ridurre eventualmente le prestazioni dei veicoli qualora non stiano operando nel pieno rispetto delle condizioni di sicurezza.
Una serie di ottimizzazioni che non fanno altro che incrementare la qualità dell’assistenza, riducendo quei dannosi fermi macchina che di certo non migliorano la produttività ed incrementando per contro, la sicurezza all’interno degli stabilimenti.