― Fingono acquisti e chiedono risarcimento: è capitato anche a te?

Il bello di internet, per chi ha un’attività, è che permette di essere facilmente reperibili: contatti, indirizzo, numero di telefono, e-mail… tutto a portata di mano dei clienti o potenziali clienti, che hanno bisogno di prodotti e servizi.

A fronte di questa grande visibilità è però necessario stare attenti perché, come sempre, esporsi significa esporsi a tutti, anche a chi non ha buone intenzioni. Quindi, per esporsi in maniera corretta, bisogna proteggersi per non essere vulnerabili.

Una delle truffe del momento, che coinvolge soprattutto le attività che hanno una loro vetrina online, è la seguente:

  1. Malintenzionati contattano i rivenditori sostenendo di aver fatto un acquisto, con tanto di bonifico a favore del rivenditore.
  2. Millantano poi che l’acquisto (fasullo) non è andato a buon fine, quindi chiedono un risarcimento.
  3. Avendo a disposizione i dati dell’azienda vittima della truffa, gli impostori producono anche e-mail con il nome dell’azienda, fatture proforma fasulle con il logo aziendale… simulando così, con falsa documentazione autoprodotta, uno scambio e un contatto con la malcapitata impresa.

Visto che noi siamo una rete di colleghi e abbiamo un’ampia vetrina con i nostri contatti visibili, vogliamo supportarci a vicenda ed essere compatti nel tutelarci da fraudolente iniziative di questo tipo.

Vi chiediamo quindi di non esitare a farci sapere se siete stati malcapitati protagonisti di qualche imbroglio simile; senza dubbio il supporto della Polizia Postale è insostituibile, essenziale e risolutivo in questi casi ma, si sa, se siamo in tanti abbiamo più voce!

Fate le vostre segnalazioni a info@masicommunication.com