EPAL: in 20 anni190 milioni di pallet in legno immessi sul mercato
― Oggetto di contraffazioni, furti ai danni di centri commerciali, mela della discordia del Brexil no deal, i pallet EPAL compiono 20 anni ed il marchio doppia la crescita della produzione dal 1999 ad oggi

Nato nella seconda Guerra Mondiale, il pallet in legno ha rivoluzionato la logistica diventando un pilastro nella movimentazione delle merci, a livello internazionale.

EPAL, 70 anni di storia della movimentazione

L’ampliamento del suo utilizzo, dall’ambito militare a quello civile ha reso indispensabile la creazione di standard di uniformità che potessero agevolare lo spostamento di merci da un paese all’altro, soprattutto in coincidenza con l’intensificarsi dei traffici commerciali.
E’ così che nel 1991 nasce EPAL, l’European Pallet Association, un marchio internazionale che ha il compito di certificare la qualità ed i requisiti dei pallet immessi sul mercato. In Italia l’Associazione arriva otto anni dopo, nel 1999 e da allora, in vent’anni di attività ha all’attivo 189,6 milioni di pallet in legno, di cui 136,8 nuovi e 52,8 riparati.
EPAL in Italia segna una tappa importante per l’economia: in 20 anni, i pallet immessi sul mercato sono cresciuti del 146,6%. Nel 2018 sono stati prodotti oltre 6,5 milioni di pallet nuovi e 4 milioni sono stati riparati, grazie al supporto dei circa 200 licenziatari del marchio.

La sostenibilità dei pallet EPAL

Risultati importanti che dimostrano la qualità di un sistema che punta ad uno sviluppo sostenibile, come sottolineano i coordinatori italiani EPAL. Le grandi cifre che sono state raggiunte in un ventennio sono la cartina tornasole di realtà aziendali che vogliono qualità e sicurezza certificate. In più, EPAL garantisce alla logistica globale strumenti riutilizzabili, riparabili e quindi in grado di tutelare l’ambiente.
Il sistema EPAL ha portato l’Italia a diventare uno dei paesi di riferimento per la riparazione e produzione di pallet, posizionando il paese al terzo posto mondiale per numero di pallet a marchio immessi sul mercato, garantendo un altissimo standard qualitativo.

I numeri di una crescita smisurata

Il pallet in legno, con la sua storia lunga 7 decenni ha da sempre ricoperto un ruolo chiave per la semplificazione della movimentazione di merci, consentendo anche una tutela non indifferente dell’assunto ambientalista. I pallet EPAL, destinati alla grande distribuzione ed al mercato interno, rispecchiano l’andamento dell’economia nazionale con aumenti e cali della produzione. Nel primo decennio di attività, dal 2000 al 2010, la forte produzione è stata infatti dovuta alla necessità di sostituire il parco pallet Centromarca. Ed il 2002 è stato l’anno più proficuo sul fronte dei numeri: ben 12,5 milioni di pezzi sono stati prodotti nei 12 mesi dell’anno, una produzione che si è poi ridotta con la crisi economica intorno al 2008 e che ha toccato la soglia più bassa cinque anni fa, nel 2014 con 7 milioni di pallet immessi sul mercato, di cui poco più della metà nuovi.
La ripresa fortunatamente non ha tardato ad arrivare e dal 2015 il mercato dei pallet EPAL è riuscito a risollevarsi, giungendo all’importante obiettivo di 10,6 milioni di unità immesse sul mercato italiano nel 2018, tra nuove e riparate, circa il 7% in più rispetto al 2017.