― Mancano pochissimi giorni all'evento britannico più prestigioso del settore che vedrà l'eccellenza della logistica e della movimentazione protagonista al Telford International Centre

Categorie in concorso per gli FLTA Awards 2019

Una giuria di grande pregio, composta da giurati che conoscono l’industria ed i suoi prodotti sarà chiamata a valutare i vincitori fra la pletora di produttori selezionati, assegnando il premio per le cinque categorie in concorso. Le macro-aree scelte dalla Forklift Lift Truck Association sono:

Environment, ovvero la categoria che celebra le organizzazioni che hanno fatto di più per salvaguardare l’ambiente minimizzando la loro impronta e che hanno operato in maniera da rendere il settore sempre più clean e green;
Ergonomics, che raccoglie i migliori esempi in grado di aprire la strada verso un buon equilibrio fra operatori e apparecchiature;
Safety, che ha lo scopo di mettere in risalto tutte le aziende che lavorano per rendere il settore molto più sicuro, i cui finalisti hanno compiuto enormi sforzi per garantire che a fine turno, tornino tutti sani e salvi a casa;
Safe Site, la categoria che celebra la sicurezza degli ambienti di lavoro e che compie grandi progressi ogni anno grazie alla capacità di coniugare tecniche consolidate e iniziative altamente innovative.

Le menzioni

Environment

Tra i finalisti che secondo la Fork Lift Truck Association hanno saputo in maniera ottimale salvaguardare l’ambiente operando per rendere il settore più eco-friendly, figurano Baumann con il suo H2GX60 a idrogeno, Cooper SH con il suo Sany H9 reach stacker che consente un grande risparmio energetico e il carrello elevatore MC18 di MANITOU UK LTD.

Ergonomics

Tre, invece, i partner di Masi Communication in gara per l’ambito premio riservato all’Ergonomia e alle soluzioni che avvicinano l’universo delle macchine all’uomo, ottimizzandone le attività:
Hubtex con il suo Hubtex MaxX, la cui attenzione si è concentrata sull’ergonomia della sua generosa cabina di guida, che offre un ampissimo spazio di movimento, un grande campo visivo oltre che un’efficace assorbimento degli urti;
Jungheinrich con il retrattile ETV 216i, il primo carrello elevatore al mondo dotato di batteria agli ioni di litio integrata, che garantisce un risparmio di spazio utile allo sviluppo ergonomico, offrendo all’operatore una maggiore libertà di movimento e una visibilità a 360 gradi; un carrello agile che promette livelli di produttività molto elevati, grazie alla tecnologia al litio, esente da manutenzione, di maggiore durata e brevi intervalli di ricarica;
Mitsubishi, con il suo EdiA EM 48V, il cui spazio è stato ottimizzato per offrire un maggiore comfort, ridurre sforzo e affaticamento al conducente. Precisione e minimo rischio di danni grazie al suo asse sterzante maggiore di 100 gradi ed uno sterzo intelligente utilissimo anche per le applicazioni più severe. Tra i suoi tanti punti di forza, anche il ridotto consumo energetico e gli altissimi standard di sicurezza.

Safety

Menzione d’eccellenza per Mitsubishi anche nella categoria Sicurezza, dove compete con la gamma elettrica a tre e quattro ruote EdiA EM insieme a Toyota e al suo T-mote che ottimizza la sicurezza grazie all’utilizzo di sensori in grado di prevenire collisioni con oggetti e persone in fase di prelievo degli ordini evitando il rischio di scivoloni e cadute; Linde e le sue 4 opzioni di illuminazione a LED che garantiscono una buona visibilità delle scaffalature, dei carichi e dell’intera area di lavoro dei carrelli elevatori (Vertilight, Linde LED Stripes, Linde Truck Spot e Red Warning Lines) ed il PPT combinato di Combilift che garantisce un trasporto pedonale a basso livello rendendo sicure le operazioni di stoccaggio anche con carichi pesanti e voluminosi fino a 16.000 kg.

Innovation

Jungheinrich e Mitsubishi sono anche due fra le quattro finaliste del premio riservato all’innovazione, a chi cioè sta ponendo le basi per un futuro più brillante e performante.
Il caricabatterie ad alta frequenza Jungheinrich SLH 300, una soluzione plug & play a tecnologia incrociata per batterie al piombo e agli ioni di litio, offre vantaggi significativi per flotte miste o per il passaggio da acido al piombo a ioni di litio. Grazie a una gamma di varianti attentamente studiate, con il caricabatterie è possibile ottenere un ottimo rapporto prezzo-prestazioni per ogni applicazione. Una caratteristica unica del sistema di controllo è il reintegro intelligente dell’acqua con un sensore di livello: se il livello dell’acqua è troppo basso, il segnale Aquamatik viene attivato dal caricabatterie e l’acqua viene aggiunta automaticamente, cosa che garantisce una maggiore durata, oltre che una riduzione dei costi.
Per Mitsubishi concorre la trazione integrale dell’EDiA EM che offre la sterzata di una normale tre ruote grazie al suo asse >100 gradi. Motori a doppia guida, avanzato sistema di controllo della curva che regola con precisione la velocità del carrello per caricare il peso e l’angolo di virata quando la curva rende la sterzata fluida e precisa, anche in spazi ristretti e senza il solito “calcio” in partenza sono i plus che hanno fatto meritare alla gamma anche questa menzione, oltre ad uno sterzo a 360 gradi sulle EM a tre ruote che conferisce un raggio di sterzata ultra-compatto consentendo di girare senza il fermo necessario per una normale svolta.

Safe Site

Candidate al premio per la sicurezza sui luoghi di lavoro: l’azienda Glenmorangie con le sue soluzioni per la sicurezza dei pedoni, lo stabilimento Kellogg di Manchester che ha organizzato una campagna con lo stesso scopo, la Nestlé Logistics che ha creato un centro di formazione completo di aula, scaffalature, layout del pavimento e trailer per l’addestramento sicuro degli operatori e l’azienda Skymark Packaging International, che ha lanciato per supervisor e capigruppo Know as Driver, un corso intensivo che ha permesso una fortissima riduzione degli incidenti relativi ai carrelli elevatori.

L’eccellenza secondo Peter Harvey AD di FLTA

L’amministratore delegato di FLTA, Peter Harvey, si è espresso riguardo questa nuova edizione del premio, sottolineando come “per quasi un quarto di secolo, i premi assegnati abbiano riconosciuto l’eccellenza del settore, per ispirare altri team, aziende e persone a fare lo stesso percorso. Oltre 150 riconoscimenti hanno celebrato coloro che si sono saputi distinguere, che sono diventati eccellenze per i prodotti, i servizi e le loro iniziative – ha continuato Harvey. Non si tratta solo di macchine e metallo. Sia che si tratti delle ultime innovazioni di aziende lungimiranti che di sforzi individuali per rendere l’industria un posto migliore, FLTA simboleggia il meglio che l’industria ha da offrire”.

Gli Awards non celebrano infatti solo i servizi ed i prodotti più sicuri o più ergonomici ed eco-friendly, ma anche tutto quello che c’è dietro: i migliori apprendisti in cerca di soluzioni innovative, il fornitore dell’anno, l’apprendista dell’anno e tutti i protagonisti della logistica e della movimentazione dei materiali.
Tutto quello che il prossimo 30 marzo avrà lo spazio e la gloria che si merita, in una notte da Oscar per il mondo del carrello elevatore.