― Il settore cresce, anche in termini di fatturato grazie a una congiuntura economica favorevole e all'aumento del traffico merci oltre che alla ripresa del PIL

Il settore della logistica conto terzi non ha quasi mai rallentato la sua crescita, positiva da diversi anni specialmente per quanto attiene il fatturato che nel 2018 si è attestato intorno agli 82 miliardi (+0,6% rispetto all’anno precedente).

Complice una congiuntura economica favorevole, il fatturato delle aziende italiane che operano nel settore, è oggi pari a 78,7 miliardi di euro. Una crescita che si deve al concatenarsi di diversi fattori trainanti come l’aumento del traffico merci, la ripresa del PIL e l’incremento delle esportazioni.
A spiegare quanto abbiano inciso le diverse tipologie di operatori su questi numeri è una ricerca dell’Osservatorio Contract Logistic “Gino Marchet”.

Corrieri e operatori logistici

Secondo l’Osservatorio, fra le categorie di operatori logistici che hanno contribuito in misura preponderante sui numeri delle logistica conto terzi al primo posto ci sono gli Autotrasportatori (32%), seguiti dagli Spedizionieri (18%), dagli Operatori logistici (12%) e infine dai Gestori di magazzino (10%).
Secondo i dati della ricerca, le categorie che invece avrebbero registrato un maggiore incremento dei fatturati sarebbero quella dei Corrieri e degli Operatori logistici.
Per i Corrieri la crescita è stata sicuramente trainata da tutte quelle aziende che hanno un forte network nazionale, grazie anche a tutti i piccoli corrieri locali dell’e-Commerce B2c e alla diffusione di servizi a valore aggiunto. Mentre tra gli Operatori logistici, ad avere un peso maggiore in questa direzione sarebbero state le imprese di medio-grandi dimensioni.
Rispetto agli ultimi anni, i Corrieri hanno confermato il trend di crescita, mentre gli Spedizionieri hanno vissuto una contrazione dei fatturati a causa soprattutto di una fortissima riduzione dei noli aerei e navali.

La crescita del mercato della logistica

I numeri dell’Osservatorio che fotografano il mercato della logistica conto terzi affermano che la crescita del fatturato è legata, inoltre, ad un aumento della redditività economica media che nel 2016 è stata, per i Top Player pari al 3,9%, e dall’adeguamento degli asset delle flotte dei carrelli elevatori, per cui si registra una crescita pari al +24% nel 2016 rispetto all’anno precedente.
C’è da dire che il mercato della logistica conto terzi è abbastanza dinamico, come dimostra la crescita delle operazioni Merger&Acquisition. Tra il 2017 ed il 2018 sono state infatti 57, di cui il 70% concentrate nell’ultimo biennio. Sempre secondo i dati dell’Osservatorio, il 44% delle operazioni ha coinvolto fornitori di servizi di logistica internazionale quali terminalisti e spedizionieri. Il restante 56% si riferisce ai fornitori di servizi logistici che operano principalmente a livello nazionale.
Stando a quanto emerge dai dati, operazioni di questo genere riguardano anche realtà piuttosto grandi come testimoniano i fatturati delle aziende acquisite: 900 milioni di euro tra il 2015 ed il 2016 e 2,3 miliardi nel biennio 2017 – 2018.

Quattro sono oggi, per la logistica “nazionale”, le motivazioni che sottostanno a queste operazioni: il completamento del network distributivo, l’ingresso in un settore nuovo, la modifica delle scelte di terziarizzazione e infine l’introduzione di nuovi servizi.