― Molti affermano l’importanza del valore umano in azienda ma la difficoltà sta nel riuscire a far diventare questo valore un fatto concreto. Ecco come lo dimostra il nostro partner Kaitek Flash Battery.

Per Kaitek Flash Battery uno dei segreti per far funzionare bene un’azienda è dare la massima attenzione al prodotto, al cliente e alle persone, una dedizione non solo affermata a parole, ma dimostrata anche  con i fatti.

Nuove assunzioni

Dopo un anno in cui il personale Kaitek Flash Battery è praticamente raddoppiato, anche negli ultimi 3 mesi l’Azienda ha effettuato nuovi inserimenti: 5 nuove figure assunte per ricoprire ruoli di fondamentale importanza come: Customer care, Software Engineering, Sviluppatore Hardware e Firmware, Progettista Meccanico e Production manager.

Azienda e scuola più vicine

Kaitek Flash Battery ha anche partecipato a diversi eventi organizzati dalle Università del territorio, con l’obiettivo di ridurre la distanza che incontra tra il mondo del lavoro e quello accademico. Come spiega Marco Righi, CEO 33enne alla guida di Kaitek Flash Battery: “La più grande difficoltà che abbiamo è trovare ragazzi preparati che possano lavorare al nostro interno. Cerchiamo ingegneri, periti e molte figure tecniche che ad oggi non ci sono. È per questo motivo che abbiamo iniziato a partecipare agli eventi quali Job Day e Career Day in modo da sensibilizzare le nuove generazioni e appassionarle”.

Kaitek Flash Battery ha partecipato sia Job Day dell’Università di Parma (24 ottobre), evento che ha visto la partecipazione di oltre 100 importanti e prestigiose realtà produttive operanti in diversi settori, e al More Jobs, evento organizzato dall’Università di Modena e Reggio (2 ottobre) che ha visto la presenta di 115 aziende.

A metà novembre Kaitek Flash Battery ha inoltre aperto le porte a 22 aspiranti ingegneri del corso di laurea magistrale Advanced Automotive Engineering, una visita che faceva parte del seminario “Battery System, the experinece of Kaitek Flash Battery” tenuto dal CTO di Kaitek Flash Battery Alan Pastorelli sugli sviluppi applicativi di elementi legati all’elettronica e alla chimica della batteria al lito.
Gli studenti sono stati accompagnati dal Prof. Davide Barater e dal Prof.Giovanni Franceschini che coordinano il gruppo di macchine elettriche econvertibili dell’Università di Modena e Reggio.
Il prof. Barater ha sottolineato che “La collaborazione tra Università e aziende del territorio è un’opportunità importante per gli studenti, perché hanno la possibilità di toccare con mano e verificare lo sviluppo applicativo di tematiche approfondite in modo teorico durante il corso di studio”.
Righi si dice onorato di questa collaborazione e “dell’attenzione che ci ha riservato UniMORE nell’ambito di un corso di laurea internazionale e interateneo voluto dalla Regione Emilia-Romagna e nato dalla collaborazione con gli Atenei di Bologna, Ferrara e Parma e le più prestigiose aziende automotive del mondo (tra queste Ferrari, Lamborghini, Maserati, Ducati, Dallara, Toro Rosso). Ci auguriamo – dice sempre Righi – che la collaborazione si rafforzi, mettendo a disposizione di queste importanti figure professionali i frutti delle nostre ricerche e della nostra esperienza orientati ad uno sviluppo sostenibile”.

Nello spirito di ispirare le nuove generazioni, Kaitek Flash Battery si fa conoscere anche agli studenti più giovani, come le 2 classi della Scuola Media Fontane si di Reggio Emilia che hanno fatto visita all’Azienda. 47 piccoli studenti hanno scoperto il mondo industriale delle batterie al litio, come sono progettate e costruite. Questa visita è parte ormai consolidata della collaborazione che l’Azienda ha in essere nell’ambito dell’iniziativa PMI Day – Industriamoci che, dal 2010, vede ogni anno piccole e medie imprese associate a Confindustria aprire le porte della propria azienda ai giovani.