― Germania – Italia: storie di imprese, collaborazioni, condivisioni, fiere e calcio

Il 4 dicembre si è svolto, a Milano, l’evento per celebrare il quarantesimo compleanno della sede italiana della Deutsche Messe. Anche Masi Communication ha partecipato al German-Italian Christmas Cocktail, organizzato dalla Camera di Commercio Italo-Germanica e Hannover Fairs International, a Milano presso Villa Necchi Campiglio, una location d’eccezione, storica casa museo del FAI.

L’importanza delle storie

Il German-Italian Christmas Cocktail è stato un’occasione per parlare del rapporto tra Germania a Italia, due paesi storicamente legati da scambi economici e commerciali; la Germania si conferma, tutt’oggi, il primo partner commerciale dell’Italia.
“Parlare del rapporto tra Germania e Italia – ha spiegato Erwin Rauhe, Presidente Camera di Commercio Italo-Germanica – significa parlare di aziende italiane a capitale tedesco e aziende tedesche a capitale italiano, un rapporto tra i due paesi che si fonda su uno scambio di competenze e risorse“. Rauhe ha voluto porre l’accento proprio sul fatto che il rapporto tra due stati è fatto dal rapporto, anche bilaterale, tra aziende, un aspetto che talvolta non viene percepito. “Dobbiamo lavorare ancora molto – ha precisato – per rafforzare i rapporti e raccontare le storie, è importante ricordarsi di raccontare queste storie di collaborazione per far capire qual è il ruolo e l’importanza dell’Europa. L’invito a tutti è di raccontare i suoi rapporti con i partner tedeschi, perché l’opinione pubblica si forma così, tramite il racconto di chi vive i rapporti ogni giorno”. Anche l’Ambasciatore tedesco in Italia, Viktor Elbling, ha voluto fortemente sottolineare questo aspetto: “Chiedo il vostro aiuto e il vostro appoggio perché è importante parlare delle cose positive che succedono nel rapporto tra i nostri Paesi, tra le nostre aziende. È importante farlo anche come cittadini, al di là delle nostre cariche”.

Erwin Rauhe, Presidente Camera di Commercio Italo-Germanica
Viktor Elbling Ambasciatore tedesco in Italia

L’Italia alle fiere internazionali

E forse è proprio vero, in un periodo in cui il nostro Paese sembra fatto di persone spaventate e diffidenti verso coloro che sono fuori dai suoi confini, la realtà ci racconta un’altra verità. Andreas Züge, Direttore Generale Hannover Fairs International – Fiera di Hannover, ha raccontato che “La nostra organizzazione è fiera dei suoi 2.100 espositori italiani che ci seguono nel mondo; sono inoltre 80.000 gli italiani che sono andati alle nostre fiere in tutto il mondo. Questo è il risultato della nostra stretta collaborazione, con il mercato, le aziende e la camera di commercio”. Züge ha inoltre sottolineato il ruolo della fiera come luogo deputato al lancio di nuovi prodotti e tendenze ma soprattutto al networking, alla condivisione, al dialogo.

Andreas Züge, Direttore Generale Hannover Fairs International – Fiera di Hannover

L’anteprima BMW X7

Si è parlato di aziende e sul palco ne è salita una molto prestigiosa, con la sua testimonianza del grande valore che ha la collaborazione tra Paesi. Sergio Solero, Presidente e Amministratore Delegato BMW Italia SpA, ha parlato di quanta Italia c’è in BMW: “C’è molta Italia dentro BMW fin dalla 1917 quando, un anno dopo la sua fondazione, il 30% del capitale sociale era in mano a un triestino (all’epoca austroungàrico ma italianissimo dal dopoguerra) Camillo Castiglioni. Ma c’è tanta Italia anche oggi: noi acquistiamo un miliardo e mezzo di componentistica ogni anno dall’Italia, componenti che finiscono nei prodotti BMW, Mini, auto e moto… c’è tanta ingegneria italiana perché sappiamo che l’Italia lavora in eccellenza”. Solero ha anche parlato dei cambiamenti del settore automobilistico: “Siamo nel mezzo di una trasformazione enorme e stiamo lavorando su 4 trend: guida autonoma, automobile connessa, elettrificazione, sharing economy e service. I motori diesel esistono ancora e, se fatti bene, vanno bene, ma il futuro è l’elettrico, l’ibrido e l’elettrico”.
BMW ha portato all’evento anche un’anteprima internazionale, una prima assoluta nazionale che verrà lanciata ufficialmente nel mercato italiano sono a marzo 2019: la BMW X7 M50d 6 cilindri con 400 CV.

Italia – Germania e il calcio

Ma quando si parla di Italia – Germania non pensare al calcio è praticamente impossibile. Consapevoli di ciò, gli organizzatori hanno coinvolto un grandissimo del tema, Ivan Zazzaroni, Direttore Il Corriere dello Sport – Stadio. Zazzaroni, con un po’ di ironia, ha cercato di evitare di girare coltelli su ferite calcistiche sempre aperte… e ha optato per ricordare alcuni campioni tedeschi che, in Italia, hanno fatto la differenza. “Penso sinceramente – ha poi concluso Zazzaroni – che il rapporto Italia Germania sia molto valido. Ascoltavo i vostri interventi con invidia perché parlate di positività, crescita, numeri straordinari… e noi italiani non siamo abituati a questo, soprattutto ultimamente. Ma ne abbiamo bisogno. Nel calcio, come in tutti gli altri settori, abbiamo bisogno di forze nuove, positività e rapporti costruttivi”.

Ivan Zazzaroni, Direttore Il Corriere dello Sport – Stadio