― Con l'anno nuovo è in arrivo anche una nuova Legge di Bilancio di cui non si sa ancora nulla.
Qualche consiglio per non perdere l'iperammortamento al 250%

Il 2018 è agli sgoccioli e, da una prima analisi, sembra essere stato un anno tutto sommato positivo per l’economia e le aziende del nostro Paese. Il sentore comune è che il merito sia soprattutto degli incentivi introdotti con il Piano Industria 4.0.
A fine anno però torna anche l’incertezza. Il nuovo anno infatti porterà una nuova Legge di Bilancio e, finché non sarà in vigore, non avremo certezza del suo contenuto, se ci sarà o meno la proroga e in che termini.

Il Piano Industria 4.0 per i carrelli elevatori

Il settore dei carrelli industriali semoventi sta vivendo, grazie al Piano Industria 4.0, un rinnovamento molto profondo: quelli che un tempo erano semplici muletti impiegati per svolgere i lavori più pesanti, oggi, mentre svolgono lavori pesanti, possono contare, pesare, comunicare tra loro e con gli operatori, essere fonte di dati importantissimi.
Si tratta di una svolta epocale, in grado di trasformare la natura non solo della macchina, ma anche di un’azienda e di un intero comparto. Le stesse aziende che offrono servizi logistici, grazie al 4.0 possono essere in grado di avere un controllo molto profondo di ogni fase della movimentazione, a vantaggio della sicurezza e dell’efficienza.
Oggi esistono sistemi come TrackVision di Ubiquicom Srl, un dispositivo che ha già interconnesso diverse migliaia di carrelli elevatori, la cui installazione rientra nei benefici del Piano Industria 4.0. TrackVision porta una rivoluzione in ottica 4.0 all’interno dell’azienda perchè consente di: gestire la flotta in maniera integrata; controllare da remoto le macchine e i parametri di funzionamento; avere un’interconnessione con i sistemi gestionali di fabbrica; ottenere il beneficio fiscale dell’iperammortamento.
Per questo è necessario sfruttare il più possibile gli incentivi, perderli non significa non avere un congegno tecnologico di ultima generazione, significa restare fuori dalla nuova era, quella in cui si muove il mercato. Meglio quindi approfittare di queste ultime settimane per assicurarsi l’ingresso nel mondo 4.0 alle condizioni più vantaggiose.
er informazioni e maggiori dettagli contattate il personale Ubiquicom.

Come ottenere oggi l’iperammortamento al 250% anche per gli acquisiti del 2019

Dato per assodato dunque che: l’incentivo così com’è ora è vantaggioso e che non abbiamo certezza del fatto che possa durare, quello che le aziende possono fare ora è assicurarsi subito il maggior beneficio possibile dal Piano Industria 4.0, nelle condizioni odierne. Avere l’iperammortamento al 250% sui macchinari già acquistati nel 2017 e 2018 e su quelli che si acquisteranno nel 2019 è possibile. Per farlo è necessario programmare l’installazione di un sistema 4.0 entro la fine del corrente anno (l’installazione vera e propria potrà poi essere completata nel 2019, entro fine anno).
Il beneficio può essere richiesto dai proprietari dei carrelli, utilizzatori e noleggiatori.

Il punto della situazione e prospettive

All’inizio di questa settimana la Commissione Bilancio ha iniziato a prendere in esame gli emendamenti relativi al disegno di legge di bilancio. Sempre questa settimana è in programma anche il vaglio dell’Aula della Camera.
Le idee e i propositi sono molti ma l’unica certezza è che nulla è ancora garantito. L’intenzione sembra essere quella di prolungare il Piano Industria 4.0 (e il sistema di incentivi ad esso associato), ma è plausibile pensare che l’entità del beneficio sarà ridotta, come naturale decorso di ogni piano di incentivazione.