Torna l’appuntamento con il mercato del nuovo in Italia. Avevamo fatto delle previsioni sugli ordini del 2012 e ora abbiamo i dati definitivi della AISEM/UNICEA.
Per tutti gli inserzionisti, entrate nell’area rivenditori (Materiale utile – Statistiche vendite) e scaricate la tabella completa.

Dal 2007 al 2012, vendite sempre più giù

Dopo un 2011 non completamente disastroso dal punto di vista delle vendite totali, dobbiamo fare i conti con un 2012 all’insegna del meno.
I dati riportano un risultato negativo, i numeri tuttavia sono migliori rispetto alle previsioni:

Vendite totali 2012 previste: 20.754 (-30%)
Vendite totali 2012 effettive: 24.750 (-19%)

Vendite totali 2007: 46.076 (-46%)
Vendite totali 2009: 24.917 (-1%)
Vendite totali 2010: 28.013 (-12%)
Vendite totali 2011: 30.372 (-19%)

Ufficiale: il mercato del nuovo è in crisi

E’ il peggior risultato degli ultimi 5 anni.
Dal 01 gennaio al 31 dicembre 2012 sono stati venduti, in Italia, 24.750 carrelli elevatori.
Tutte le tipologie di mezzi sono in calo rispetto all’anno precedente.

  • Magazzinieri 16.235 (18.493 nel 2011)
  • Frontali elettrici 6.836 (9.295 nel 2011)
  • Frontali termici 1.679 (2584 nel 2011)

La flessione più significativa in termini percentuali lo segnano i frontali elettrici (-26%) e termici (-35%) che insieme fanno registrare un -28% per i carrelli frontali.
I magazzinieri invece perdono il 12% rispetto all’anno precedente.

Classifica definitiva, Top 3 regioni per numero di vendite

  • 1. Lombardia
  • 2. Veneto
  • 3. Emilia Romagna

La classifica non cambia rispetto alle previsioni, la Lombardia è fortemente in testa con 7.423 carrelli venduti, il Veneto e l’Emilia seguono distaccate con rispettivamente 3.754 e 3.546 unità. Anche la regione lombarda, nonostante l’egemonia, ha subito un calo nelle vendite del 9%.

Classifica definitiva, Flop 3 regioni per numero di vendite

  • 1. Basilicata e Calabria
  • 2. Sardegna
  • 3. Umbria

Volumi di vendita molto bassi per le regioni di questa classifica. Basilicata e Calabria vendono meno unità di tutta Italia (173), a seguire Sardegna (219) e Umbria (268).
Le vendite di Basilicata – Calabria, Sardegna e Umbria sommate sono vicine a quelle della sola Sicilia che ha subito un calo superiore al 35%.

Classifica top 3 regioni per incremento meno decremento percentuale

  • 1. Sardegna
  • 2. Friuli Venezia Giulia
  • 3. Lombardia

La Sardegna è l’unica regione italiana ad aver fatto meglio del 2011, con un +20% sulle vendite. Il Friuli Venezia Giulia perde “solo“ il 6% mentre segue la Lombardia con un -9%.
Limitano i danni anche le Marche (-11%), il Trentino Alto Adige (-16%) e il Veneto (-17%).

I cali più vertiginosi sono stati registrati in Liguria (-37%), Sicilia (-36%), Toscana (-29%) e Campania (-29%).

Alcune idee per uscire dalla crisi

A parte per i nostri amici della Sardegna, il periodo non è dei più rosei per i rivenditori di carrelli elevatori nuovi. Muletti da magazzino o frontali che siano, non c’è storia per nessuno. Le aziende preferiscono nuove forme di acquisto e tiene i mezzi il più possibile per diminuire i costi.

Ecco alcuni consigli:

  • • Proponi formule alternative alla vendita, come il noleggio e comodato d’uso;
  • • Proponi mezzi usati, in questo momento è un mercato in crescita;
  • • Dedicati all’assistenza e alle manutenzioni periodiche ai mezzi già venduti;
  • • Amplia i tuoi orizzonti e renditi visibile in tutta Italia;
  • • Utilizza le nuove tecnologie e sfrutta le opportunità del web
    (portali, siti web, social…);

Il portale tuttocarrellielevatori.it può aiutarti in alcuni di questi punti. Per maggiori informazioni sui servizi e le soluzioni proposte contatta i responsabili di zona.